Strategie di investimento sui mercati emergenti

Nella prima parte del 2020, i fondi specializzati nelle aree in via di sviluppo hanno subito forti deflussi. Ma negli anni scorsi erano stati popolari tra gli investitori. Il Covid-19 non ha risparmiato nessun paese e ora la cautela è d’obbligo.

Sara Silano 21/09/2020 | 08:30

I mercati azionari emergenti non sono stati in cima alle preferenze degli investitori nei primi otto mesi dell’anno. I dati Morningstar sui flussi nei fondi europei di questo tipo mostrano riscatti per circa 8 miliardi di euro da gennaio. In agosto le sottoscrizioni nette sono state positive per un magro valore di 180 milioni, dopo cinque mesi consecutivi di riscatti. Non è andato meglio il segmento obbligazionario, soprattutto quello in valuta locale, che segna fuoriuscite nette per oltre 13 miliardi nello stesso periodo. Sembra resistere meglio il reddito fisso in divisa forte, che nel mese scorso ha registrato una raccolta netta di 2,7 miliardi, riducendo il rosso da inizio anno a 829 milioni.

A meno di sorprese nell’ultima parte dell’anno, il 2020 mostra un cambiamento, comunque, di rotta rispetto al triennio precedente, caratterizzato da un certo favore degli investitori per i mercati emergenti. Secondo le stime di Morningstar, nell’equity sarebbero entrati quasi 29 miliardi netti tra il 2017 e il 2019, nei bond in divisa forte 24,4 e in quelli in local currency oltre 35,7 miliardi.

Il Covid-19 ha colpito anche i mercati emergenti, ma in modo diverso. La Cina è stato il fulcro originario del virus, ma è anche il paese che più velocemente si è messo sulla strada della ripresa. Altri stati, come Brasile e Russia, hanno dovuto affrontare la volatilità delle materie prime, in particolare del petrolio. I governi e le banche centrali di tutto il mondo hanno varato massicce misure per evitare una recessione globale, ma la cautela è d’obbligo per diversi motivi.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Visita il nostro sito dedicato ai servizi e alle soluzioni di ricerca e selezione fondi.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies