Cosa muove i listini emergenti?

Il forte sovrappeso del settore finanza ha condizionato la performance da inizio anno degli indici azionari dei paesi in via di sviluppo. La minor esposizione al comparto salute ha inciso negativamente sul risultato del primo trimestre, mentre la presenza dei consumer cyclical ha sostenuto il rendimento nei successivi cinque mesi.

Francesco Lavecchia 22/09/2020 | 07:47

Finanziari e healthcare fanno perdere agli emergenti il confronto con i mercati globali. Da inizio anno i listini dei paesi in via di sviluppo hanno sottoperformato la media delle Borse a livello mondiale registrando una perdita (in euro) del 5,83% contro il -2,31% del benchmarck (vedi Figura 1)

Figura 1: Mercati Emergenti vs Mercati Globali

Fonte dati: Morningstar Direct, dati dall'1/01/2020 al 31/08/2020 in euro.

 

Le ragioni del ritardo 
Guardando al diverso peso dei settori nella capitalizzazione di mercato complessiva dell’indice Morningstar Emerging Markets, notiamo che il forte sovrappeso del settore finanza, oltre 500 punti base rispetto al 16% ricoperto nel benchmark, è stata la causa principale del ritardo accusato dai listini emergenti da inizio anno (e fino a fine agosto), considerata la pessima performance dei finanziari che, a livello globale e nel periodo considerato, hanno perso circa il 13% (in euro). Il settore healthcare è stato il secondo maggior responsabile della sottoperformance degli emergenti. L’indice Morningstar Emerging Markets è significativamente meno esposto al comparto salute rispetto all’indice globale (più di 800 punti base) e questo ha avuto un peso importante in termini di performance dato il rendimento dei titoli healthcare nei mercati in via di sviluppo (+24% in euro nel periodo considerato).

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi gli articoli della categoria Settimane speciali

Clicca qui

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies