Guida per gli investitori alla Giornata mondiale della terra

L’offerta di fondi sostenibili è in aumento. Il cambiamento climatico è tra i temi più popolari. Ecco come orientarsi tra nuove normative e strategie che incorporano i fattori ESG.

Sara Silano 19/04/2021 | 08:58
Facebook Twitter LinkedIn

Earth Day

Un anno fa lanciavamo la prima Settimana speciale in occasione della Giornata mondiale della Terra che si celebra il 22 aprile. Eravamo in piena emergenza per lo scoppio della pandemia di Covid-19 e alla ricerca di un modo per fermarla. Oggi abbiamo una campagna vaccinale in corso e vediamo un po’ di luce in fondo al tunnel. Ma siamo anche consapevoli che non ci sarà un “ritorno alla normalità”, perché il mondo non sarà più come prima.

Il tema della Giornata mondiale della Terra 2021 è “Rimettiamo in salute il nostro pianeta”. Sul sito ufficiale dell’Earth Day si legge: “Rigettiamo l’idea che mitigazione e adattamento siano le uniche strade per affrontare il cambiamento climatico. Il nostro focus è su processi naturali, tecnologie ambientali emergenti e un modo di pensare nuovo che risani l’ecosistema mondiale”.

Cambiamenti politici e regolamentari
Rispetto a un anno fa, sono stati fatti passi in avanti sul fronte politico, regolamentare e finanziario. In Europa, il Next Generation EU è stato pensato non solo come un piano di aiuti straordinari per ripartire, ma anche un investimento per il futuro all’interno del quale il Green deal, ossia le iniziative per raggiugere la neutralità climatica entro il 2050, e la digitalizzazione sono considerati fondamentali per la crescita e la resilienza delle società. Intanto, il 10 marzo è entrato in vigore il Regolamento europeo sull’informativa sulla sostenibilità nei servizi finanziari (SFDR), che ha introdotto obblighi di trasparenza relativi alle modalità di integrazione dei fattori e dei rischi ESG (ambientali, sociali e di governance) nei processi aziendali e nella gestione dei prodotti.

Negli Stati Uniti, l’elezione di Joe Biden a presidente ha segnato una rottura rispetto alle politiche ambientali del suo predecessore, con il ritorno nell’accordo di Parigi sul clima e ci si attende che il quadro regolamentare per gli investitori sostenibili migliori sensibilmente.

Strategie climatiche
Il 2020 ha posto le basi per una nuova era dell’industria finanziaria. L’offerta di fondi sostenibili si è ampliata e, solo in Europa, sono arrivati oltre 500 nuovi prodotti, di cui il 13% con focus sull’ambiente (282 in termini assoluti). Morningstar ha contato 3.196 strumenti ESG a fine 2020 per un patrimonio di oltre mille miliardi di euro, una somma che è quasi decuplicata nel decennio. Le strategie tematiche sul cambiamento climatico sono state tra le preferite dagli investitori europei, battendo quelle che si basano sull’esclusione o il disinvestimento da fonti fossili, segnalando un’attenzione ai rischi e alle opportunità della transizione verso un’economia a basse emissioni di CO2.

Gli strumenti per scegliere dove investire
Il dialogo dei ricercatori di Morningstar con le società di gestione europee ha fatto emergere che la maggior parte incorpora oggi i fattori ESG nel processo di costruzione del portafoglio. L’impiego solamente di criteri di esclusione di aree critiche, come le armi o il tabacco, è molto meno diffuso di un tempo. Il panorama delle strategie e il grado di impegno varia molto da un asset manager all’altro e per aiutare gli investitori ad orientarsi, Morningstar ha introdotto a novembre 2020 un nuovo metodo di valutazione, l’ESG commitment level, che permette di individuare le migliori strategie sostenibili (e quelle che non lo sono). Il giudizio si affianca al Sustainability rating, lanciato nel 2016, che misura il grado di rischio ESG presente nel portafoglio dei fondi.

La guida alla Giornata mondiale della Terra che pubblichiamo nel corso di questa settimana è pensata per la sempre più ampia sfera di investitori e consulenti finanziari che desiderano investire in modo sostenibile e consapevole.

Lunedì 19 aprile
Deforestazione, potremmo essere complici senza saperlo
Il mercato dei green bond oltre i mille miliardi

Martedì 20 aprile
Perché investire nell’acqua e nel cibo
9 titoli di qualità (e sottovalutati) per un'economia low carbon
Moat e basso rischio ESG aiutano il portafoglio

Mercoledì 21 aprile
Come scegliere un fondo green
Perché conviene investire nella biodiversità
Il ruolo degli investitori per la salvaguardia della biodiversità

Giovedì 22 aprile
Sustainability Atlas: Europa al top, mercato Usa con basso rischio carbone
Come investire nella mobilità sostenibile

Venerdì 23 aprile
Agribusiness attrattivo, ma non per tutti
Consigli per un portafoglio low-carbon

Leggi gli articoli della precedente Settimana speciale dedicata alla Giornata mondiale della donna.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Vai alla sezione Morningstar dedicata agli investimenti sostenibili.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia