Giornata internazionale della donna 2021

Per chiudere il divario di genere ci vorrà ancora un secolo se il ritmo del cambiamento rimarrà quello attuale. Il Covid-19 ha reso tutto più difficile. Ma qualche piccolo passo in avanti all’interno delle aziende comincia a vedersi.

Sara Silano 01/03/2021 | 09:07
Facebook Twitter LinkedIn

Giornata internazionale della donna 2021

Il tema della Giornata internazionale della donna 2021 è “Le donne in un mondo del lavoro in evoluzione: verso un pianeta 50-50 nel 2030”. Lo scopo è promuovere il raggiungimento dei traguardi fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni unite per lo sviluppo sostenibile. Il focus è sugli obiettivi numero 5 e 4. Il primo riguarda l’uguaglianza di genere e l’empowerment delle donne, un termine quest’ultimo che non è facilmente traducibile in italiano e “indica l’insieme di azioni e interventi per rafforzare il potere di scelta degli individui e aumentarne le responsabilità, migliorandone le competenze e le conoscenze” (fonte: Treccani). Il secondo goal (n. 4) è incentrato sull’accesso globale alla formazione di qualità e all’apprendimento continuo.

Rischio Covid-19
La pandemia di Covid-19 ha posto nuove sfide a governi e imprese per il raggiungimento di questi obiettivi. Secondo i dati Onu, solamente due terzi dei paesi nelle regioni più sviluppate hanno raggiunto la parità di genere nell’educazione primaria. Inoltre, la presenza femminile in posizioni lavorative al di fuori del settore agricolo è aumentata appena del 6% dal 1990 al 2015 e in soli 46 paesi nel mondo, alle donne è stato assegnato più del 30% dei seggi nei Parlamenti in almeno una delle camere. I progressi degli anni passati rischiano di essere cancellati dagli effetti del Coronavirus sulla vita quotidiana e l’economia.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Vai alla sezione dedicata agli investimenti sostenibili.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy