Per continuare ad usare il sito, devi abilitare i cookies. Clicca qui per avere maggiori informazioni sulla nostra policy relativa ai cookie e sul tipo di cookies che usiamo. Accetto i Cookies

martedì 27 giugno 2017

Qualcosa è cambiato nel Wide Moat Index
A giugno, sono usciti dal paniere sei titoli che non erano più a prezzi convenienti. Alla performance del semestre hanno contribuito salute e tecnologia. Non avere energy ha dato una mano in più. 
L’indice Wide Moat fa il pieno di industriali e consumer
Nel benchmark di Morningstar entrano General Electric e C.H. Robinson Worldwide tra i manifatturieri e L Brands e John Wiley & Sons tra i beni di consumo ciclici.
Il petrolio crea nuove opportunità tra gli energy
Le quotazioni del barile sono scese di circa il 10% negli ultimi tre mesi abbassando in maniera significativa il rapporto Prezzo/Fair value dei titoli del comparto energetico. Ecco le stock ai prezzi più convenienti.
Commodity Futures
Gold
Light Crude
Natural Gas