Pensione integrativa, tante scelte poca chiarezza

Le possibilità per costruirsi un secondo pilastro sono molte, ma la loro complessità, assieme alla fragilità del sistema normativo, le rendono poco chiare ai più. Ecco una bussola per orientarsi nella giungla previdenziale.

Valerio Baselli 26/10/2018 | 09:23

Del doman non v’è certezza, diceva il poeta. Se poi ci si riferisce alla propria pensione, la certezza viene ancor meno. In Italia, infatti, il cantiere previdenziale è aperto dal lontano 1992, anno della prima vera riforma pensionistica dei nostri tempi; una storia, questa, che non riesce proprio a trovare pace, in un paese in cui si fanno due passi avanti e tre indietro e in cui i lavoratori prossimi alla pensione vedono continuamente cambiare le regole del gioco. D’altronde, proprio in queste settimane il governo ha inserito nel Def (Documento di economia e finanza) il superamento della riforma Fornero con l’ormai famosa “quota 100”.

A prescindere dai tira e molla della politica c’è un dato irrefutabile: le pensioni pubbliche sono destinate a diminuire drammaticamente, in particolar modo per chi ha oggi meno di 35-40 anni (clicca qui per approfondire). Insomma, sul piano teorico (ma purtroppo i numeri dicono che in realtà questo non sta avvenendo), la via della previdenza complementare per integrare l’assegno dell’Inps sembra una strada obbligata, soprattutto per i giovani.

Eppure, al di là della poca educazione finanziaria, o della scarsa possibilità di risparmio, anche chi vorrebbe aderire al secondo pilastro spesso si trova spaesato di fronte alla complessità della materia e dello schema regolatoria dei principali strumenti di previdenza integrativa.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar in Francia e Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Condizioni generali d'uso        Cookies