Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

I vincitori dei Morningstar Awards 2016

Tre azionari, un obbligazionario e un bilanciato ricevono il premio per l’eccellenza nella gestione. Fidelity ottiene due riconoscimenti. iShares è la migliore tra le case di investimento sui bond.

Sara Silano 07/04/2016 | 09:31
Facebook Twitter LinkedIn

Sono cinque i premi assegnati da Morningstar ai fondi nella decima edizione dei Morningstar Awards, cui si sono aggiunti i tre per le case di gestione. Il numero è inferiore rispetto all’anno scorso perché gli analisti hanno deciso di concentrare l’attenzione sulle categorie più diversificate e ampie, che hanno maggiore rilevanza per aiutare i risparmiatori a prendere decisioni consapevoli.

La metodologia, tuttavia, non è cambiata. Il 6 aprile, nella giornata di apertura del Salone del risparmio di Milano, sono saliti sul palco i gestori che hanno creato valore per i sottoscrittori nel 2015 e hanno dimostrato di saper produrre risultati positivi consecutivi nel tempo (almeno in un orizzonte quinquennale), tenendo a bada la volatilità.

I vincitori azionari
Nel dettaglio, sono tre i fondi azionari che hanno ottenuto il riconoscimento. Tra quelli specializzati su Piazza Affari, il migliore è Fondersel P.M.I., gestito da Marco Nascimbene e Carlo De Vanna. In Europa, invece, vince DNCA Invest Value Europe A del team di Isaac Chebar e Lucy Bonmartel. Infine, fra gli azionari internazionali sale sul podio Nordea-1 Global Stable Equity Fund Unhedged BP EUR, guidato da Claus Vorm e Robert Næss.

Sul podio tra bilanciati e obbligazionari
Gli altri due premi di categoria sono andati a un obbligazionario e a un bilanciato. Il primo è Vontobel Fund EUR Corporate Bond Mid Yield A, specializzato sul segmento corporate e gestito da Mondher Bettaieb, già vincitore nel 2015. Il secondo è Petercam Balanced Dynamic Growth A, il cui fund manager è Johan van Geeteruyen.

Le sgr premiate
Anche i riconoscimenti alle case di gestione sono diminuiti, passando da cinque a tre, in quando, a differenza del passato, non si è più tenuto conto delle dimensioni aziendali. Fidelity International è salita sul palco due volte, come miglior società azionaria e multi-asset (terzo anno consecutivo). Al top nel segmento del reddito fisso si è invece piazzato iShares (gruppo BlackRock) con la sua gamma di Etf obbligazionari (Exchange traded fund).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia