Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

I vincitori dei Morningstar Awards 2016

Tre azionari, un obbligazionario e un bilanciato ricevono il premio per l’eccellenza nella gestione. Fidelity ottiene due riconoscimenti. iShares è la migliore tra le case di investimento sui bond.

Sara Silano 07/04/2016 | 09:31

Sono cinque i premi assegnati da Morningstar ai fondi nella decima edizione dei Morningstar Awards, cui si sono aggiunti i tre per le case di gestione. Il numero è inferiore rispetto all’anno scorso perché gli analisti hanno deciso di concentrare l’attenzione sulle categorie più diversificate e ampie, che hanno maggiore rilevanza per aiutare i risparmiatori a prendere decisioni consapevoli.

La metodologia, tuttavia, non è cambiata. Il 6 aprile, nella giornata di apertura del Salone del risparmio di Milano, sono saliti sul palco i gestori che hanno creato valore per i sottoscrittori nel 2015 e hanno dimostrato di saper produrre risultati positivi consecutivi nel tempo (almeno in un orizzonte quinquennale), tenendo a bada la volatilità.

I vincitori azionari
Nel dettaglio, sono tre i fondi azionari che hanno ottenuto il riconoscimento. Tra quelli specializzati su Piazza Affari, il migliore è Fondersel P.M.I., gestito da Marco Nascimbene e Carlo De Vanna. In Europa, invece, vince DNCA Invest Value Europe A del team di Isaac Chebar e Lucy Bonmartel. Infine, fra gli azionari internazionali sale sul podio Nordea-1 Global Stable Equity Fund Unhedged BP EUR, guidato da Claus Vorm e Robert Næss.

Sul podio tra bilanciati e obbligazionari
Gli altri due premi di categoria sono andati a un obbligazionario e a un bilanciato. Il primo è Vontobel Fund EUR Corporate Bond Mid Yield A, specializzato sul segmento corporate e gestito da Mondher Bettaieb, già vincitore nel 2015. Il secondo è Petercam Balanced Dynamic Growth A, il cui fund manager è Johan van Geeteruyen.

Le sgr premiate
Anche i riconoscimenti alle case di gestione sono diminuiti, passando da cinque a tre, in quando, a differenza del passato, non si è più tenuto conto delle dimensioni aziendali. Fidelity International è salita sul palco due volte, come miglior società azionaria e multi-asset (terzo anno consecutivo). Al top nel segmento del reddito fisso si è invece piazzato iShares (gruppo BlackRock) con la sua gamma di Etf obbligazionari (Exchange traded fund).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
DNCA Invest Value Europe A195,57 EUR0,63
Fondersel P.M.I.31,65 EUR0,03
Nordea-1 Global Stable Equity BP EUR24,32 EUR0,84
Petercam Balanced Dynamic Growth A  
Vontobel EUR Corp Bd Mid Yield A109,75 EUR-0,03

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar