Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Bollettino Morningstar N.22 del 18 - 29 luglio 2022

In sintesi le novità dell'industria del risparmio.

Morningstar 28/07/2022 | 10:09
Facebook Twitter LinkedIn

M&G annuncia la volontà di far confluire M&G (Lux) Conservative Allocation Fund (“il fondo oggetto di fusione”) in M&G (Lux) Sustainable Allocation Fund (“il fondo incorporante”). Le strategie seguono entrambe un approccio flessibile riguardo l'asset allocation ma, in quanto strategia articolo 9 ai sensi del regolamento SFDR, il fondo incorporante intende anche avere un impatto sociale positivo affrontando le principali sfide sociali e ambientali a livello mondiale. “La fusione è dovuta sia al ridimensionamento del sentiment degli investitori nei confronti del fondo oggetto di fusione sia al mutato contesto sui mercati del reddito fisso nel corso degli ultimi anni, che ha reso difficile per il fondo conseguire costantemente i propri obiettivi di rendimento entro i parametri di volatilità prefissi”, si legge nel comunicato stampa. 

Amundi ha annunciato il lancio di Amundi Funds Emerging Markets Equity ESG Improvers,un fondo a gestione attiva che intende concentrarsi su quelle aziende che dimostrano di avere caratteristiche ESG in miglioramento e che presentano un forte potenziale di crescita in termini di sostenibilità. Con questo nuovo fondo, il primo all’interno della gamma ad offrire un’esposizione ai mercati emergenti, l’offerta ESG Improvers si compone di 6 fondi.

Jupiter ha rafforzato la propria presenza istituzionale a livello globale con la nomina di Rafael Serrano, CFA, a European Institutional Sales Director.

PGIM Investments ha annunciato la nomina di Sebastiano Costa in qualità di Senior Relationship Manager per il team italiano, rafforzando ulteriormente la crescente attività nel Paese. Sebastiano sarà basato a Milano e riporterà ad Alessandro Aspesi, Head of Italy di PGIM Investments. Sebastiano è entrato in PGIM Investments il 18 luglio 2022.

Schroders ha rilevato una partecipazione di minoranza strategica in Forteus, asset manager specializzato in tecnologia blockchain e asset digitali. Forteus è il ramo di gestione patrimoniale del Gruppo Numeus, una compagnia di investimento diversificata in asset digitali.

State Street Global Advisors, divisione di asset management di State Street Corporation, ha annunciato la nomina di Jennifer Taylor a Head of Emerging Market Debt e Senior Portfolio Manager del Global Fixed Income Beta Solutions Group.

Robeco ha allargato il team Sustainable Multi Asset Solutions con la nomina di Aliki Rouffiac a Sustainable Portfolio Manager. Il suo ruolo sarà quello di contribuire all’ulteriore ampliamento dell’offerta multi-asset sostenibile di Robeco.

IMPact Sgr ha annunciato il lancio di un nuovo comparto della Sicav World Impact. Si tratta del fondo IMPatto Global Bond che va a rafforzare ulteriormente la gamma di prodotti offerta dalla società di gestione del risparmio specializzata in strategie di listed impact investing. Il fondo, gestito da Luca Lionetti, investirà in un portafoglio diversificato di titoli obbligazionari, senza alcuna limitazione in termini di settore, paese e valuta. L’obiettivi sarà quello di affiancare alla generazione di rendimento, un impatto sociale ed ambientale positivo, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU (SDGs).

AXA Investment Managers (AXA IM) ha nominato Laurent Clavel come Global Head of Multi-Asset, a partire dal 1° settembre 2022. Attualmente ricopre il ruolo di Head del Quant Lab di AXA IM.

Carmignac ha lanciato Carmignac Portfolio Human Xperience, un fondo azionario tematico investito in società che attestano livelli notevoli di soddisfazione dei clienti e dei dipendenti. Il fondo sarà gestito da Obe Ejikeme, affiancato dall’intero team di investimento e dal team di investimento responsabile.

Deutsche Bank ha lanciato un fondo di fondi di venture capital con focus su start-up tecnologiche europee in fase “Growth”. Il nuovo fondo a capitale non protetto e illiquido, distribuito in esclusiva dalla Divisione IPB di Deutsche Bank agli investitori in possesso dei requisiti di idoneità, è destinato a dare accesso a un portafoglio diversificato di aziende operanti nel settore tecnologico europeo e internazionale in fase “growth”, iniziale e intermedia, selezionate tramite fondi di investimento gestiti da cinque società di Venture Capital europee: Lake Star, Project A, HV Capital, Earlybird e Headline.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Morningstar