Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Bollettino Morningstar N.15 del 22 - 29 aprile 2022

In sintesi le novità dell'industria del risparmio.

Morningstar 28/04/2022 | 10:51
Facebook Twitter LinkedIn

Nordea Asset Management ha lanciato una nuova strategia sul clima progettata per ridurre le emissioni reali di CO2. Si tratta di Nordea 1 - Global Climate Engagement Fund e sarà gestito da Alexandra Christiansen e Robert Madsen, membri del “Sustainable Thematic Team” di Nordea. Il fondo sarà approvato in Italia il 5 maggio.

Candriam ha rafforzato la sua presenza nel segmento della distribuzione in Italia attraverso una partnership con le reti Fideuram, Sanpaolo Invest e IW Private Invest. L’accordo prevede la distribuzione di un ampio ventaglio di strategie attive ESG e tematiche, che saranno rese accessibili attraverso la piattaforma di Allfunds.

BNP Paribas Asset Management ("BNPP AM") ha nominato di Olivier Laplénie Head of Quantitative Portfolio Management.  Con sede a Parigi, riferirà a Denis Panel, Head of Multi Asset, Quantitative & Solutions ("MAQS"). BNPP AM ha unito le due linee di gestione quantitativa sotto un’unica leadership per accelerare la crescita in questa area di business e semplificarne la struttura organizzativa. In aggiunta al suo attuale ruolo di Head of Quantitative Fixed Income, Olivier Laplénie è stato nominato Head of Quantitative Portfolio Management. Laplénie sarà supportato da Laurent Lagarde, che mantiene le sue responsabilità di Head of Quantitative Equity.

Robeco e Banca Aletti hannolanciato la strategia BA3 Robeco Crescita Sostenibile. Il fondo investe in un’allocazione diversificata multi-asset che soddisfa i più elevati standard di sostenibilità e punta a generare un impatto positivo, misurato grazie al modello proprietario Robeco SDG Framework. E’ classificata sotto l’articolo 8 della normativa SFDR in tema di investimenti sostenibili. 

Il nuovo consiglio di amministrazione AIPB (Associazione Italiana Private Banking) ha affidato la presidenza per il prossimo triennio ad Andrea Ragaini (vice direttore generale vicario di Banca Generali con responsabilità su Wealth Management, Mercati e Prodotti). Claudio Devecchi(docente di Strategia e Politica Aziendale e Management dell’Università Cattolica di Milano) viene nominato vicepresidente vicario e Antonella Massari è riconfermata in qualità di Segretario Generale.

Fineco ha lanciato Fineco AM Passive Underlyings, una soluzione di portafoglio che concentra le migliori strategie passive, ingegnerizzate grazie alle competenze e al motore tecnologico di Fineco AM. Si basa su un portafoglio di strumenti passivi bilanciati e monitorati su base quotidiana, selezionati in modo da massimizzare la diversificazione. La soluzione prevede 6 opzioni con diversi livelli di esposizione azionaria (dal 15% fino a un massimo dell’85%) affinché ciascun investitore possa trovare la risposta più aderente al proprio profilo di rischio-rendimento.

Ninety One ha annunciato la nomina di Daisy Streatfeild a Sustainability director. Sarà responsabile dell'attuazione degli impegni Net Zero di Ninety One in tutta la società e all'interno dei portafogli. Lavorerà anche a stretto contatto con i team di investimento nello sviluppo di prodotti sostenibili, nonché con i clienti per informarli sull'approccio della società all'investimento sostenibile e aiutarli a sviluppare i loro approcci. 

Lombard Odier Investment Managers (“LOIM”) ha nominato Ruben Lubowski a Chief carbon and environmental markets strategist. Il ruolo, di recente istituzione all’interno della banca, si inserisce nella strategia del brand di implementare le competenze in materia di sostenibilità per promuovere il proprio approccio olistico verso la transizione climatica nell’intera offerta di investimenti, compresi i mercati privati.

Matteo Pardi, attuale CEO di HSBC Global Asset Management in Francia, assumerà il ruolo di Head of international markets di HSBC Asset Management a partire da metà 2022. Risponderà direttamente al CEO Nicolas Moreau. Inoltre, Isabelle Bourcierè approda in qualità di CEO di HSBC Global Asset Management in Francia, con effetto dal 21 marzo 2022.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Morningstar