Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Investimenti sostenibili, come la mettiamo con le armi?

La guerra ha riportato in auge il vecchio nodo sulla totale incompatibilità dei produttori di armamenti con l’approccio ESG. La tassonomia dell’Ue ne esclude solo una minoranza. Per Rachel Whittaker (Robeco) il dibattito non porterà a grandi cambiamenti. Ci si deve chiedere se le armi possano essere in alcuni casi uno strumento per proteggere pace e diritti umani. Per molte strategie sostenibili non lo sono. 

Valerio Baselli 28/04/2022 | 09:27
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

Fin dai primi giorni dell’invasione russa in Ucraina, la guerra è stata considerata come una prova di alcuni “difetti fondamentali” degli investimenti sostenibili. Il punto più controverso riguarda l’esclusione degli appaltatori militari e dei produttori di armi. Qual è la questione centrale, il nuovo punto chiave della controversia, all’interno di tale dibattito?

L’investimento sostenibile non è di per sé contro l’industria della difesa. Dovrebbe essere così? E come finirà questa disputa?

Quando si parla di investimenti sostenibili ci si riferisce a un universo molto vario di strategie. Quali saranno i driver di crescita in futuro? Le questioni ambientali saranno sempre predominanti?

Ne abbiamo parlato con Rachel Whittaker, responsabile della ricerca sugli investimenti sostenibili di Robeco. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.