Strategie ad alto dividendo in tempi di inflazione e volatilità

I fondi azionari orientati al reddito tendono a resistere meglio agli alti e bassi dei mercati. I gestori attivi possono creare valore rispetto agli index fund. Ma gli investitori devono trovare l’approccio più adatto ai loro obiettivi finanziari.

Sara Silano 23/03/2022 | 09:30
Facebook Twitter LinkedIn

Income-investing

I fondi che investono in azioni ad alto dividendo, anche detti income fund, presentano tre punti di forza nell’attuale contesto di mercato. In primo luogo, tendono a resistere meglio alla volatilità, offrendo agli investitori un flusso cedolare. In secondo luogo, sono interessanti in un contesto di inflazione in aumento che erode il valore del patrimonio se viene lasciato sul conto corrente. Infine, le strategie azionarie globali orientate alle cedole sono tra le poche in cui i gestori attivi possono creare valore rispetto ai fondi indicizzati. In base all’ultimo Barometro Morningstar, infatti, il tasso di successo è stato superiore al 54% sia nell’ultimo anno sia nel decennio (al 30 dicembre 2021).

Da gennaio, i fondi che investono in azioni ad alto dividendo a livello globale hanno perso in media il il 2,1% contro oltre il 5,6% delle strategie equity internazionali tradizionali (dati in euro al 21 marzo).

Tra i comparti disponibili in Italia, quattro hanno un Morningstar Analyst Rating positivo, pari a Bronze (per le classi considerate in questo articolo).

Un approccio difensivo
Se concentriamo l’attenzione sulla capacità di resistere alle fasi di ribasso, DWS Invest Top Dividend è stato uno dei migliori nella sua categoria, secondo gli analisti di Morningstar. “Il lead manager, Thomas Schussler, è stato fondamentale nel successo della strategia”, si legge in una nota del 16 dicembre 2021 di Jeffrey Schumacher, ricercatore di Morningstar. “Nei sedici anni di gestione, ha guidato il fondo in differenti cicli di mercato, aderendo rigorosamente alla sua filosofia di investimento e costruendo un solido track record, basato su una selezione azionaria competente e una resilienza straordinaria ai downside”.

Negli ultimi due anni, tuttavia, le responsabilità di Schussler sono cresciute e quindi ha dovuto delegare maggiormente le decisioni ad altri manager del suo team. In questo periodo, gli analisti hanno registrato una maggior difficoltà di risalita dai minimi, ossia una minore capacità di catturare i rialzi, con conseguente distacco rispetto ai concorrenti. Per questa ragione, hanno abbassato il giudizio sul processo di investimento da “alto” a “sopra la media”.

Dividendi e sostenibilità
L’approccio del Top Dividend viene utilizzato anche per DWS Invest ESG Equity Income, che si differenzia perché integra nelle scelte di investimento i fattori ambientali, sociali e di governance. In particolare, sono applicati criteri di esclusione basati sul coinvolgimento delle aziende in aree controverse, armi, oltre che violazioni di norme internazionali e produzione elevata di emissioni inquinanti. Inoltre, il team di gestione, guidato da Martin Berberich, seleziona i migliori titoli ESG sulla base di un approccio best-in-class. I punteggi di sostenibilità vengono combinati con quelli relativi ai dividendi e all’analisi fondamentale delle aziende. “Il processo è solido”, commenta Schumacher in una nota del 25 maggio 2021. “Tuttavia, l’universo investibile si riduce in modo significativo e questo può limitare le opportunità per i gestori”. Nonostante il track record non sia lungo, le performance sono state incoraggianti, secondo i ricercatori di Morningstar. Dal lancio nel 2017 a fine 2021, il comparto si è comportato meglio della categoria degli azionari globali income sia in termini di rendimenti totali sia corretti per il rischio.

Test pandemico superato
Il fondo Fidelity Global Dividend è uno dei più grandi tra gli azionari globali ad alto dividendo e ha saputo navigare bene il periodo di tagli delle cedole durante l’epidemia di Covid-19, grazie al focus sulla solidità dei bilanci, la capacità di generare flussi di cassa costanti e la qualità dei modelli di business. “Il fondo ha registrato consistenti performance dal lancio nel 2012”, spiega Schumacher. “II track record è stato costruito grazie alla capacità di fare meglio del mercato durante le fasi difficili e di cogliere le opportunità in quelle di rialzo delle Borse”. Nel 2020, si era piazzato nel 34esimo percentile della categoria, contenendo le perdite all’1%, mentre quest’anno si colloca al 54esimo percentile, con un ribasso intorno al 4% (dati al 28 febbraio 2022).

Un approccio per chi ama rischiare
M&G (Lux) Global Dividend si differenzia dalla maggior parte dei concorrenti perché ha un chiaro focus sulla crescita delle cedole (in media il 7% all’anno). Questo si traduce in yield tipicamente inferiori rispetto ad altre strategie income e una minore inclinazione verso i titoli value. Il portafoglio è strutturato in tre segmenti: titoli di qualità, settori ciclici e aziende ad alta crescita dei dividendi. Il gestore, Stuart Rhodes, alla guida della strategia sin dal lancio, ha dimostrato di saper navigare differenti cicli di mercato, talvolta andando controcorrente. “La strategia non è adatta agli investitori avversi al rischio, perché la volatilità e il downside risk (rischi di ribasso) sono stati storicamente superiori alla categoria”, si legge in una nota di Schumacher del 4 gennaio 2022. “Gli investitori disponibili ad accettare periodi di performance erratiche, però, sono stati generalmente compensati per i maggiori rischi assunti”.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
DWS Invest ESG Equity Income TFC153,23 EUR-0,31Rating
DWS Invest Top Dividend PFD126,16 EUR-0,83Rating
Fidelity Global Dividend A-MInc(G)-USD15,15 USD-0,63Rating
M&G (Lux) Glb Dividend G EUR Acc13,74 EUR0,72Rating

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia