Bollettino Morningstar N.40 del 25 - 29 ottobre 2021

In sintesi le novità dell'industria del risparmio.

Morningstar 28/10/2021 | 13:11
Facebook Twitter LinkedIn

PIMCO ha annuciato di aver nominato Ayman Hindy in qualità di Managing Director per la supervisione della reingegnerizzazione della gestione del portafoglio e delle relative infrastrutture.

Fidelity International ha annunciato una Politica di Investimento sul Clima orientata all’engagement, che allinea la sua strategia di gestione patrimoniale attiva a lungo termine a un futuro a zero emissioni nette. A partire dal 2020, Fidelity si è impegnata a ridurre del 50% le emissioni di CO2 in tutte le aziende presenti nel suo portafoglio entro il 2030, anche alla luce del suo impegno come asset manager firmatario fondatore dell’iniziativa Net Zero Asset Managers Initiative.

Robeco ha annunciato gli obiettivi intermedi e la strategia per il raggiungimento di emissioni zero entro il 2050. La società punta a decarbonizzare i suoi investimenti del 30% entro il 2025 e del 50% entro il 2030. Tenendo fede agli stessi standard che fissa per gli altri, Robeco applica anche alle proprie operazioni l'obiettivo di raggiungere emissioni nette pari a zero entro il 2050. Mira a ridurre le emissioni operative del 35% entro il 2025 e del 50% entro il 2030. Questo comprende tutte le emissioni associate ai viaggi di lavoro, all'elettricità, al riscaldamento e ad altre attività aziendali.

Janus Henderson Investors ha annunciato un nuovo ingresso nel team della distribuzione retail per l’Italia: Giulia Abbruzzese dal 14 ottobre ha assunto il ruolo di Sales Executive.

TOBAM ha annunciato il lancio di un nuovo fondo incentrato su bitcoin e blockchain. Il fondo è progettato per fornire agli investitori al dettaglio un accesso unit-linked ai bitcoin e all'ecosistema blockchain.

Credem ha annunciato di aver creato un Comitato di Sostenibilità di Gruppo presieduto dal Direttore Generale. La società ha attribuito al Comitato Rischi il presidio dei rischi ambientali e climatici. E’ stato anche approvato il quadro di riferimento per l’emissione di obbligazioni sostenibili che andranno progressivamente a costituire una componente fondamentale del funding del gruppo.

Il consiglio di amministrazione di DPAM (Degroof Petercam Asset Management) ha approvato la nomina a Chief Executive Officer di Peter De Coensel, che finora  ha ricoperto il ruolo di CIO Fixed Income e di membro del consiglio di amministrazione della società. De Coensel subentra a Hugo Lasat, che a sua volta assume il ruolo di CEO della società madre Degroof Petercam diventando contestualmente anche presidente del consiglio di amministrazione di DPAM. In questo contesto, Sam Vereecke, attualmente Senior Fund Manager Fixed Income, assumerà il ruolo precedentemente ricoperto da De Coensel di CIO Fixed Income.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Morningstar