Tesla nello S&P 500, quali conseguenze?

Il principale indice della Borsa americana, già ad alto contenuto tecnologico, includerà a breve la società di Elon Musk, la quale entra direttamente nella Top 10 del mercato azionario statunitense.

John Rekenthaler 07/12/2020 | 09:34

Tesla S&P 500

La notizia che Tesla stia per essere inclusa nello S&P500 mi ha lasciato tre volte divertito. Innanzitutto, non mi ero nemmeno reso conto che non fosse già nell’indice. In secondo luogo, l’annuncio è servito a ricordare che lo S&P500 segue una metodologia di costruzione un po’ strana, non essendo né una pura rappresentazione delle più grandi azioni statunitensi né un benchmark strategic beta che mira a battere il mercato. È principalmente il primo, con un tocco di secondo. In terzo luogo, le azioni di Tesla sono immediatamente balzate del 13% sull’annuncio che sarebbero state incluse nell’indice, il che non ha senso, perché la decisione di Standard & Poor era inevitabile. Era solo questione di tempo.

L’aggiunta di Tesla aumenterà la concentrazione dello S&P500, cosa importante dato che il benchmark ha già attualmente il più alto livello di concentrazione degli ultimi 25 anni. In media, i primi dieci titoli dello S&P 500 rappresentano circa il 20% delle attività totali dell'indice, ma questa cifra è aumentata notevolmente negli ultimi 18 mesi, raggiungendo il 28% a giugno. Da allora, il peso delle prime dieci partecipazioni è aumentato ulteriormente e, contando l’aggiunta di Tesla, ora rappresenta il 34% del portafoglio.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Alphabet Inc A1.727,62 USD-0,19
Amazon.com Inc3.104,25 USD-0,74
Apple Inc127,14 USD-1,37
Cisco Systems Inc45,43 USD0,62
Facebook Inc A251,36 USD2,33
Intel Corp57,58 USD-2,82
Microsoft Corp212,65 USD-0,17
Tesla Inc826,16 USD-2,23

Info autore

John Rekenthaler  is vice president of research for Morningstar.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies