Le eccellenze del risparmio gestito

Vanguard e Fundsmith si distinguono per il numero di medaglie. Comgest, MFS e Jupiter emergono per rating di sostenibilità e capacità di trattenere i talenti. Tutti hanno in comune una forte cultura aziendale.

Sara Silano 08/06/2020 | 15:03
Facebook Twitter LinkedIn

Cosa deve avere una società di gestione per essere “eccellente”? La risposta che i ricercatori di Morningstar hanno dato nella terza edizione dello studio Fund Family 100 è “una forte cultura aziendale”, che si traduce in una strategia che mette al primo posto l’investitore (non la massimizzazione dei profitti), e ha la capacità di attrarre e trattenere uomini e donne di talento. Altre due caratteristiche fondamentali sono l’allineamento degli interessi finanziari dei gestori con quelli dei sottoscrittori di fondi e la politica commissionale volta a dare sempre più accesso a opzioni a basso costo.

I fattori predittivi del successo
Lo studio ha riguardato le 100 società di gestione più grandi in Europa per patrimonio gestito e i loro fondi disponibili nel Vecchio continente. In oltre vent’anni, gli analisti globali di Morningstar hanno individuato tre pilastri predittivi del successo di lungo termine nell’industria dei fondi: People (team di gestori), Parent (azienda) e Process (processo di investimento). Sono questi tre fattori alla base dell’Analyst rating (le medaglie), il giudizio qualitativo e predittivo attribuito dal team di ricerca in modo indipendente.

Chi ha il più alto numero di medaglie
Le dieci società con la più alta percentuale di medaglie nella loro gamma europea, si caratterizzano per un giudizio relativo al pilastro Parent “alto” o “superiore alla media”. In cima alla classifica per Analyst rating troviamo Vanguard e Fundsmith. Il primo è uno dei più grandi asset manager al mondo, che si distingue per le sue pratiche orientate agli investitori, in particolare i bassi profili commissionali e la gestione responsabile della dimensione dei fondi. Il tasso di successo (misura della sovraperformance e del tasso di sopravvivenza) dei suoi prodotti è intorno all’80% a cinque e dieci anni (ad aprile 2020). Il secondo è una boutique di investimento, con tre sole strategie azionarie che seguono la stessa filosofia e lo stesso processo di costruzione del portafoglio. I manager investono nei fondi che gestiscono, favorendo l’allineamento con gli interessi dei sottoscrittori e i costi sono ragionevoli.

Top 10 in base alla % di classi di fondi con medaglie Morningstar (Gold, Silver e Bronze)

Top 10 in base alla % di classi di fondi con medaglie Morningstar (Gold, Silver e Bronze)

Le migliori per rating societario
Nella top 10 hanno un Parent rating “alto”, oltre a Vanguard, Dimensional e T. Rowe Price. Dimensional si distingue per una forte cultura aziendale focalizzata sull’efficienza e la gestione dei costi di transazione. Le strategie di investimento affondano le loro radici nella ricerca prodotta da importanti accademici in campo finanziario. La capacità di trattenere i talenti è alta. T. Rowe Price ha dimostrato di essere competitiva in un contesto di mercato, quello della gestione attiva, sempre più sfidante, grazie a un rigoroso processo di analisi, performance solide e continui investimenti nel team di ricerca. Il tasso di successo della sua gamma è superiore al 70% a cinque e dieci anni.

Al top per sostenibilità
Cambiando prospettiva, lo studio di Morningstar ha classificato le società anche con riferimento al Sustainability rating. Tra le case con la per percentuale di fondi con giudizio di sostenibilità superiore alla media o alto, tre hanno anche una valutazione positiva sul pilastro Parent. Si tratta di Comgest, MFS e Jupiter. Il primo ha oltre il 57% dei fondi con Sustainability rating elevato e ha tra i suoi punti di forza il fatto di essere partecipato al 100% dai fondatori e dipendenti, il che ha dato stabilità al team e una mentalità improntata al lungo termine. Il secondo, che è anche tra i gestori con il più alto numero di medaglie, ha uno dei migliori punteggi di sostenibilità (in media 23,22), che indicano un minore rischio legato a fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) nel portafoglio. “Nonostante solo una parte della gamma abbia un esplicito mandato socialmente responsabile, MFS ha performance sostenibili simili a quelle dei suoi concorrenti nordici”, scrivono i ricercatori di Morningstar. “Il suo focus su aziende di qualità, con una crescita degli utili solida fa sì che i suoi fondi azionari abbiano un’inclinazione verso imprese con alti sustainability rating”.

Top 10 per percentuale di fondi con Morningstar Sustainability rating superiore alla media

Top 10 per percentuale di fondi con Morningstar Sustainability rating superiore alla media

Infine, se guardiamo alla stabilità dei team di gestione (in gergo manager tenure) e alla trasparenza su di essi delle case di gestione, troviamo nuovamente nei migliori 10, che hanno anche un Parent rating sopra la media, Comgest, MFS e Jupiter. La casa di investimento francese è prima per disclosure e dodicesima per manager tenure su cento aziende analizzate. Il processo decisionale collegiale, la struttura proprietaria e l’approccio di lungo termine tendono a ridurre il turnover e il rischio legato a un singolo gestore. MFS ha una permanenza media dei manager di 8,6 anni e un basso tasso di uscite, grazie a un’ambiente che favorisce la crescita e sa trattenere i talenti. Jupiter ha una percentuale del 92% di capacità di trattenere i gestori in un orizzonte di cinque anni, grazie a una struttura di remunerazione dei manager che tiene in considerazione le performance su più orizzonti temporali, con i tre anni che pesano maggiormente.

Top 10 basata sulla trasparenza e la stabilità dei team di gestione

Top 10 basata sulla trasparenza e la stabilità dei team di gestione

 

 

 

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi lo studio completo Fund Family 100.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia