Brexit, l’auto trema in tutta Europa

Se non si raggiungesse un accordo commerciale dopo l’addio fra UK e UE, le conseguenze negative per il settore si farebbero sentire sulle due sponde della Manica. Ma l’automotive ha a che fare con uno scenario più complesso: guerra dei dazi, domanda in calo e fondamentali, a volte, traballanti.

Marco Caprotti 18/12/2019 | 09:10

 

Boris Johnson resta alla guida del Regno Unito, Brexit si avvicina e il settore auto suda freddo. Il rieletto premier, subito dopo il risultato delle elezioni generali del 12 dicembre ha annunciato che l’addio del paese all’Unione europea (deciso con il referendum del 23 giugno 2016) avverrà il 31 gennaio 2020.

Ma si tratta solo del primo passo. L’attenzione degli operatori si sposta ora alla fine dell’anno prossimo quando, al termine del regime transitorio, dovranno (o dovrebbero) essere ratificati i nuovi trattati commerciali fra le due zone. Non è escluso che ci voglia più tempo e nessuno si sente di affermare che non si potrebbe arrivare al cosiddetto no deal (uscita senza accordo).

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Fiat Chrysler Automobiles NV6,29 EUR-0,60
Nissan Motor Co Ltd361,30 JPY-0,03
Peugeot SA11,86 EUR4,26
Tata Motors Ltd67,95 INR-4,36

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar