Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Quanto è a sconto il mercato?

Agosto 2022: All'interno delle azioni coperte dall’analisi di Morningstar, abbiamo calcolato la percentuale di quelle valutate con un rating di 4 e 5 stelle e l’abbiamo confrontata con quella dei titoli con 1 o 2 stelle. Ecco i numeri.

Fernando Luque 06/09/2022 | 11:32
Facebook Twitter LinkedIn

Overvalued Undervalued

 

In Morningstar calcoliamo il Price/Fair Value (P/FV) delle azioni più importanti del mondo. Sulla base di queste stime possiamo dedurre se un determinato titolo è costoso o è scambiato a prezzi convenienti. Se il titolo ha un P/FV superiore a 1 è considerato sopravvalutato, se il P/FV è inferiore a 1 è considerato sottovalutato.

Un altro strumento per valutare se le azioni sono costose, a sconto o valutate correttamente dal mercato è lo star rating di Morningstar.

Il rating azionario ha un grande vantaggio rispetto al Price/Fair Value in quanto incorpora un livello di incertezza nelle stime. Due società possono avere un P/FV molto simile, ma ciò non si traduce necessariamente nella stessa valutazione da parte di Morningstar.

Pertanto, osservando il numero di azioni che ottengono 4 e 5 stelle (azioni considerate a sconto - in verde nella tabella sottostante) e quelle con un rating di 1 o 2 stelle (considerate a premio - in rosso) possiamo capire se l’equity di un determinato mercato è scambiato a prezzi vantaggiosi o se invece è troppo costoso.

Agosto è stato un mese negativo per le azioni. L'indice Morningstar Global Markets, che riflette la performance dei mercati azionari globali, ha perso il 2,2% (in euro).

Rispetto a luglio, la percentuale di titoli con 4 o 5 stelle, tra quelli analizzati dal nostro team di analisti (circa 1500 società), è scesa dal 54% al 52% (il massimo è stato raggiunto a giugno con il 60%); mentre la percentuale dei titoli con 1 o 2 stelle è rimasta al 16% (il minimo è stato raggiunto anche a giugno con l'11%). Secondo i nostri analisti, quindi, l’equity globale è ancora scambiato a buon prezzo.

  

Figura 1: Distribuzione percentuale delle azioni con rating pari a 4 e 5 stelle e quelle con rating pari a 1 e 2 stelle  

 

Europa e Stati Uniti a confronto 
Se confrontiamo le valutazioni tra Stati Uniti ed Europa, possiamo dire che le azioni del Vecchio continente sono scambiate a prezzi più convenienti. In Europa la percentuale delle azioni valutate con 1 e 2 stelle è del 12% rispetto al 18% negli Stati Uniti. I titoli con 4 e 5 stelle, invece, rappresentano il 60% in Europa e il 47% negli Stati Uniti.

 

Figura 2: Distribuzione percentuale del Morningstar rating in Europa e Usa.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Fernando Luque

Fernando Luque  es el Senior Financial Editor de www.morningstar.es