Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Quali titoli finanziari acquistano i gestori europei?

L’analisi dei portafogli dei fondi con il più alto Analyst rating fornisce delle indicazioni sulle strategie di investimento che hanno dimostrato di sovraperformare la media di categoria.

Fernando Luque 09/08/2022 | 09:15
Facebook Twitter LinkedIn

binocolo

Se prendiamo come riferimento l'indice Morningstar Europe, il peso del settore finanziario è diminuito negli ultimi 5 anni, dal 20% del 2017 al 16,1% di fine giugno, ma resta comunque il più rilevante in termini di capitalizzazione di mercato.

Si tratta quindi di un settore chiave nei portafogli dei fondi azionari europei e per questo motivo abbiamo analizzato le scelte dei migliori gestori azionari in Europa (ovvero dei fondi che ottengono un Analyst Rating positivo e una valutazione del processo di investimento superiore alla media).

Le posizioni sul settore finanziario prese dai gestori analizzati sono piuttosto diverse. In generale, come era in qualche modo prevedibile, i fondi con una propensione allo stile value sono maggiormente esposti al comparto rispetto a quelli con stile growth. In alcuni fondi orientati alla crescita come BlackRock European Fund, Fidelity European Dynamic Growth Fund, Allianz Europe Equity Growth e Schroder European Special Situations il peso dei finanziari è ben inferiore al 10% (dati di portafoglio aggiornati a fine giugno).

 

Tra i fondi selezionati, comunque, è il comparto di stile growth Liontrust Sustainable Future Pan-European Growth Fund il più esposto al settore finanziario con un peso del 22,1%. La sua posizione più importante è rappresentata dal titolo London Stock Exchange Group (LSEG), che ha un Economic moat pari ad Ampio e un rating pari a 4 stelle, e che pesa per il 4% sul valore complessivo degli asset gestiti.

Un altro titolo finanziario nella top 10 del portafoglio del fondo è la società svedese Svenska Handelsbanken (SHB A), con un Moat nella misura di Medio e un rating pari a 4 stelle.

Anche il BGF European Value è un fondo con una chiara focalizzazione sul settore finanziario. La top 10 del suo portafoglio di giugno comprende i titoli Zurich Insurance Group AG (ZURN), BNP Paribas (BNP), Bank of Ireland Group PLC (BIRG) e Nordea Bank Abp (NDA SE).

Il settore perde peso
Molti dei fondi della nostra lista hanno ridotto la loro esposizione al settore finanziario. Il calo più pronunciato è stato quello registrato nel portafoglio del BlackRock European Equity Income Fund, dove il peso del comparto finanza è sceso dal 23,1% di maggio al 21,8% di giugno. Tra le 10 maggiori posizioni nel suo portafoglio ci sono la società svizzera Zurich Insurance Group AG e la società danese Tryg A/S (TRYG).

Se guardiamo complessivamente agli investimenti fatti dai gestori selezionati in questo report notiamo innanzitutto che non ci sono titoli finanziari tra le prime 10 società (nonostante il settore sia il più rilevante all’interno dell'indice Morningstar Europe) e, in secondo luogo, che il titolo finanziario più importante in termini di esposizione complessiva dei portafogli non è una grande banca ma una società francese di medie dimensioni: Edenred (EDEN; Wide Moat, Rating 3 stelle).

Edenred
La principale attività di Edenred, leader mondiale nei servizi aziendali prepagati, è quella dei benefici per i dipendenti come i buoni pasto. L’azienda è presente in 46 paesi, ha un'esposizione significativa ai paesi emergenti che generano quasi la metà dei ricavi del gruppo e detiene il primo o il secondo posto in ciascuno dei suoi mercati chiave.

Edenred ha beneficiato in modo sostanziale del fatto di essere stata la prima ad entrare nel mercato dei buoni pasto, cosa che le ha permesso di creare una solida rete di clienti e commercianti in tutto il mondo e che ha contribuito a un tasso di crescita annuale del volume delle emissioni di oltre l'8% nell'ultimo decennio. “Sebbene ci siano migliaia di micro attori nel settore, raggiungere economie di scala elevate non è facile e rimuovere i leader di mercato è un compito simile a quello di spodestare i principali player nel segmento delle carte di credito come Visa e Mastercard”, dice Michael Field nel suo ultimo report del 21 aprile scorso.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Allianz Europe Equity Growth A EUR253,47 EUR-0,77Rating
Bank of Ireland Group PLC6,69 EUR0,00
BGF European C2102,35 EUR0,79Rating
BGF European Equity Income D222,92 EUR0,53Rating
BNP Paribas Act. Cat.A43,88 EUR0,00Rating
Edenred SA47,17 EUR0,00Rating
Fidelity European Dynamic Gr D-Acc-EUR11,08 EUR0,46Rating
Liontrust GF Sust Fut Pan Eur Gr A1 Acc€10,72 EUR-0,34Rating
London Stock Exchange Group PLC7.640,00 GBP0,00Rating
Nordea Bank Abp95,42 SEK0,00Rating
Schroder ISF Eurp Spec Sits A Acc EUR194,33 EUR0,84Rating
Svenska Handelsbanken AB Class A91,54 SEK0,00Rating
Zurich Insurance Group AG399,40 CHF0,00Rating

Info autore

Fernando Luque

Fernando Luque  es el Senior Financial Editor de www.morningstar.es