Bollettino ETF N.9 del 31 ago – 27 set 2021

In breve, le ultime novità nell'industria degli Exchange traded fund.

Morningstar 27/09/2021 | 09:40
Facebook Twitter LinkedIn

21Shares AG, società con sede a Zurigo leader negli ETP sulle criptovalute, ha annunciato in data 23 settembre la quotazione di 6 dei suoi ETP sulle criptovalute su Deutsche Boerse XETRA, raggiungendo il totale di 10 prodotti quotati. Questi prodotti sono: il Solana ETP (Ticker: 21XL GY), il Polkadot ETP (Ticker: PDOT GY), il Cardano ETP (Ticker: DADA GY), lo Stellar Lumens ETP (Ticker: XLME GY), il Tezos ETP (Ticker: 21XZ GY) e il Crypto Basket Index ETP (Ticker:21XH GY).

Legal & General Investment Management (LGIM) ha annunciato lo scorso 23 settembre la quotazione del suo L&G Multi-Strategy Enhanced Commodities UCITS ETF in Borsa Italiana. Questo ETF, già quotato sulla London Stock Exchange (LSE) a luglio e da oggi anche sulla Deutsche Börse, offre un’esposizione diversificata al mercato dei futures sulle materie prime per gli investitori italiani. Il fondo punta a replicare la performance del Barclays Backwardation Tilt Multi-Strategy Capped Total Return Index, che comprende tutte le materie prime incluse nel Bloomberg Commodity Index e offre un rendimento equivalente a quello di un investimento totalmente collateralizzato in un portafoglio diversificato di futures sulle commodities, all’interno di cinque gruppi di materie prime: energia, metalli preziosi, metalli industriali, allevamento e agricoltura.

Il 21 settembre, ETC Group, provider specializzato in titoli innovativi garantiti da asset digitali, ha quotato su Deutsche Börse il BCHetc - ETC Group Physical Bitcoin Cash (ticker: BTCH), un Bitcoin Cash Exchange Traded Product (ETP). “Realizzato in risposta alla forte richiesta da parte degli investitori istituzionali, è stato quotato grazie ad HANetf sul mercato tedesco (XETRA) al fine di rendere BTCH accessibile agli operatori del settore che operano in Germania, il Paese che attualmente vanta alcune delle leggi fiscali più favorevoli alle criptovalute in tutta l’Europa continentale”, si legge nel comunicato stampa.

HSBC Asset Management ha annunciato lo scorso 15 settembre il lancio di tre ETF “Paris Aligned” su Borsa Italiana: l’HSBC MSCI World Climate Paris Aligned UCITS ETF, l’HSBC MSCI USA Climate Paris Aligned UCITS ETF e l’HSBC MSCI Europe Climate Paris Aligned UCITS ETF. I fondi sono stati inizialmente quotati alla Borsa di Londra (LSE). Ciascun fondo replica il rispettivo indice MSCI Climate Paris Aligned (World, USA ed Europa). Gli indici seguono una metodologia rigorosa e trasparente per superare gli standard minimi dell'Unione Europea per affrontare i rischi e le opportunità del cambiamento climatico, allineandosi a uno scenario climatico di 1,5ºC.

UBS Asset Management ha quotato il 14 settembre su Borsa Italiana l’UBS ETF (IE) MSCI World Small Cap Socially Responsible UCITS ETF, il primo ETF a offrire un’esposizione all’azionario small cap globale applicando un filtro di sostenibilità e un filtro low carbon. Lo strumento, conforme all’articolo 8 dell’SFDR, replica l'indice MSCI World Small Cap SRI Low Carbon Select 5% Issuer Capped, il quale fornisce esposizione alle società con i più solidi profili di sostenibilità dell'universo MSCI World Small Cap.

Lo scorso 14 settembre Lyxor Asset Management ha annunciato la quotazione del Lyxor Corporate Green Bond (DR) UCITS ETF su Borsa Italiana; il fondo consente agli investitori di contribuire alla transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio allineando il portafoglio sulle obbligazioni societarie alle loro ambizioni di neutralità carbonica. Con un Costo Totale Annuo dello 0,20% e una replica fisica, il Lyxor Corporate Green Bond (DR) UCITS ETF replica l'indice Solactive EUR USD IG Corporate Green Bond TR, rappresentativo della performance dei Green Bond societari “Investment Grade” denominati in euro e in dollari USA e conformi ai criteri della Climate Bonds Initiative.

Il 9 settembre è stato quotato su Borsa Italiana il Cleaner Living ESG-S UCITS ETF. Si tratta di un ETF che racchiude le aziende meglio posizionate per beneficiare della crescita accelerata di quei beni di consumo e servizi che aiutano ad avere uno stile di vita più sano e allo stesso tempo fanno bene all’ambiente. Il Cleaner Living Sustainability Screened UCITS ETF è stato sviluppato da HANetf in partnership con Quikro, player operativo nel settore dei servizi finanziari, che sponsorizza il lancio e lo sviluppo di innovativi exchange-traded fund.

Invesco ha listato in data 8 settembre su Borsa Italiana il nuovo USD High Yield Corporate Bond ESG UCITS ETF, una soluzione pensata per gli investitori che ricercano un’esposizione al mercato delle obbligazioni societarie Fed integrando i fattori ESG (ambientali, sociali e di governance). L'indice Bloomberg Barclays MSCI USD High Yield Liquid Corporate ESG Weighted SRI Bond replicato dall'ETF Invesco punterà ad aumentare l'esposizione complessiva agli emittenti che dimostrano un solido profilo ESG. Sono esclusi i titoli che hanno un rating ESG di MSCI inferiore a BB o privi di rating, che hanno affrontato controversie gravi in relazione alle questioni ESG negli ultimi tre anni o sono privi di punteggio MSCI ESG Controversy, che sono coinvolti in alcol, intrattenimento per adulti, armi, OGM, energia nucleare, sabbie petrolifere, carbone termico, tabacco o provenienti da emittenti dei mercati emergenti.

BlackRock ha lanciato lo scorso 7 settembre l'iShares Global Aggregate Bond ESG UCITS ETF (AGGE), progettato per rispondere alle esigenze degli investitori come una versione ESG dell'iShares Core Global Aggregate Bond UCITS ETF. Il fondo, che replica l'indice Bloomberg MSCI Global Aggregate Sustainable e Green Bond SRI, offre un'esposizione al mercato obbligazionario globale, su 70 paesi e oltre 30 valute. AGGE offre un profilo di sostenibilità migliore rispetto all'indice Bloomberg Global Aggregate, pur cercando di mantenere un profilo di rischio-rendimento simile. In Italia il fondo iShares è registrato e disponibile solo per clienti professionali e investitori qualificati.

In data 7 settembre, BNP Paribas Asset Management ha lanciato su Borsa Italiana tre nuovi ETF sostenibili: BNP Paribas Easy MSCI China Select SRI S Series 10% Capped UCITS; BNP Paribas Easy Low Carbon 300 World PAB UCITS; BNP Paribas Easy ESG Growth Europe. Si tratta di fondi che uniscono alla ricerca del rendimento, l’attenzione all’impatto sull’ambiente e sulla società.

Lo scorso 2 settembre, WisdomTree ha annunciato la quotazione su Borsa Italiana e Börse Xetra di un ETP che mira a fornire agli investitori esposizione sulla performance delle quote per l’emissione di carbonio. Il WisdomTree Carbon ETP (CARB), un prodotto totalmente collateralizzato, intende riflettere l’andamento del prezzo dei contratti sul future ICE Carbon Emission Allowances (EUA) seguendo l’Indice Solactive Carbon Emission Allowances Rolling Futures TR Index. Il programma per lo scambio delle quote di emissione dell’Unione europea (EU ETS) rappresenta il più grande mercato mondiale sulle emissioni di carbonio, nonché il fondamento della politica dell’Unione europea (UE) per mitigare i cambiamenti climatici e ridurre le emissioni di gas serra.

Lo stesso giorno Ossiam ha lanciato su Borsa Italiana l’Ossiam Food for Biodiversity UCITS ETF, la prima strategia di investimento a livello mondiale con un approccio quantitativo sul tema della biodiversità a livello globale. L'universo d'investimento della strategia comprende società attive nel settore agricolo e alimentare dei Paesi sviluppati. Sono rappresentate tutte le fasi della catena di approvvigionamento alimentare, compresi agricoltura, produttori, retail, distributori, ristoranti e produttori di imballaggi alimentari. “L’ETF è gestito attivamente e questo permette al gestore un grado di flessibilità tale da aggiornare le politiche ESG, climatiche e sulla biodiversità per renderle più ambiziose, o per integrare nuove e specifiche metriche sulla biodiversità che possano emergere in futuro”, si legge nel comunicato stampa.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Morningstar