Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Bond, giocare in difesa con l’alto rendimento

I fondi specializzati sulle emissioni high yield continuano a correre. Soprattutto quelli che puntano sulla carta più rischiosa. E possono essere un buon sistema per combattere l’inflazione.

Marco Caprotti 14/07/2021 | 17:13
Facebook Twitter LinkedIn

rischio

L’appetito per il rischio sembra essere un elemento costante nel mercato del reddito fisso degli ultimi mesi. Lo si nota guardando alle performance delle diverse categorie Morningstar in cui vengono raccolti i fondi che puntano sui Global bond.

In testa alla classifica, in termini di performance, nelle ultime quattro settimane (fino al 13 luglio) si sono piazzate le strategie che guardano al debito high yield (media di +2,54% in euro). Guardando, invece, a quello che è successo nel corso del secondo trimestre si nota la corsa degli strumenti sul debito dei mercati emergenti in valuta locale (+2,54%) e di quelli emerging debt in hard currency (+2,4%) seguite dal solito alto rendimento (1,5%). Ricomponendo il quadro per vedere l’andamento da inizio anno, emerge come le strategie high yield siano quelle che danno maggiore soddifazioni (+6,6%).

Categorie Global bond a confronto
categorie a confronto
Dati in euro aggiornati al 13 luglio 2021
Fonte: Morningstar Direct

“All'interno della categoria ad alto rendimento e a livello globale, i fondi con una forte esposizione a emissioni con il merito di credito più basso si sono rivelati i migliori, in linea con quello che avevamo visto nel trimestre precedente”, spiega Brian Moriarty, Associate director per le strategie fixed income di Morningstar”.

Per avere un’idea basta guardare a quello che è successo negli Stati Uniti, dove l'indice Bloomberg Barclays U.S. High Yield Ca to D (che segue le emissioni non investment grade con i rating più bassi) ha guadagnato il 12,5% (in dollari) nel secondo trimestre dopo uno strappo del 14,6% nel primo quarter. “Sebbene questa fetta di mercato sia in genere poco liquida, la sua performance ci dice che la domanda di rendimento a fronte di un alto rischio da parte degli investitori è ancora alta”, dice Moriarty.

High yield da difesa
Fra i motivi per i quali gli investitori mostrano una predilezione per le obbligazoni ad alto rendimento si possono contare anche le prospettive di rialzo dell’inflazione legate alla crescita economica, sia negli Stati Uniti che in Europa.

Un fondo obbligazionario ad alto rendimento approfitta dei vantaggi di una congiuntura in miglioramento, perché significa che le insolvenze da parte degli emittenti diventano meno probabili. Può anche sfruttare i prezzi delle emissioni, soprattutto se la sua duration è molto bassa, perché il portafoglio può fare rapidi turnover e il denaro ottenuto può essere impiegato per nuovi bond con rendimenti migliore che possono contrastare l’effetto dell’inflazione.

“Quando gli investitori obbligazionari cercano valore, tendono a concentrarsi sulle emissioni con il maggior rischio di credito per cercare di identificare le obbligazioni che hanno un prezzo errato”, dice Moriarty.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi le altre analisi dedicate al reddito fisso

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.