Le nuove promesse tra i fondi obbligazionari

Sono strategie su cui gli analisti di Morningstar hanno accesso i riflettori per le loro caratteristiche interessanti. Ecco quali sono.

Sara Silano 23/01/2020 | 09:12

Gli analisti di Morningstar hanno aggiornato la lista dei cosiddetti Prospect, ossia i fondi gestiti attivamente che sono candidati ad entrare nell’universo coperto da Analyst rating. Si tratta delle “promesse” dell’industria, che meritano l’attenzione degli investitori per la loro qualità.

L’elenco viene rivisto ogni sei mesi e per entrarvi uno strumento finanziario deve avere alcune o tutte le seguenti caratteristiche: unicità del processo, essere interessato da un cambio di gestione con potenzialità interessanti, essere un nuovo prodotto la cui responsabilità è affidata a un manager con una lunga esperienza o essere una strategia “sotto i radar”, ma poco conosciuta.

Nel rapporto pubblicato a inizio gennaio, ci sono 47 “promesse” in tutta Europa, di cui tre fondi obbligazionari che sono anche disponibili in Italia. Vediamo le loro caratteristiche.

Capital group Euro bond
E’ un fondo obbligazionario diversificato in euro, che è finito nel radar degli analisti di Morningstar perché è guidato da un gestore molto esperto, sin dal lancio nel 2003, Thomas Høgh. “Il manager può contare su sei investitori con in media vent’anni di esperienza”, spiega Mara Dobrescu, direttore della ricerca sulle strategie a reddito fisso di Morningstar. “Inoltre, ha il supporto di 12 economisti macro e 12 analisti del credito societario”. Il rafforzamento della squadra e un miglior uso della flessibilità permessa dal processo di investimento ha determinato un miglioramento delle performance relative dal 2013. “In generale, Capital group ha potenziato la struttura dedicata al reddito fisso e può ora competere con gli asset manager di punta nel segmento”, conclude Dobrescu.

Candriam GF US High yield corporate bonds
Sono due le ragioni che hanno fatto accendere i riflettori su questo fondo specializzato in titoli obbligazionari ad alto rendimento. La prima è un gestore di grande competenza, Andrew Susser; la seconda il processo di investimento rigoroso e sistematico. Ciascun titolo viene classificato in uno dei quattro panieri di valutazione, che vanno dal Gruppo 1 (aziende di alta qualità con flussi di cassa stabili) a 4 (società in situazioni speciali e di ristrutturazione). “L’approccio ben definito limita l’ammontare di debito ad alto rischio che il comparto può detenere”, spiega Dobrescu. “E assicura che il fondo sia adeguatamente compensato per i pericoli che si assume”. Il risultato è un miglior profilo di rischio/rendimento e una maggior capacità di far fronte ai ribassi dei mercati.

PGIM Broad market US high yield bond
Il cugino americano di questo fondo obbligazionario high yield di PGIM (gruppo Prudential Financial) ha un Morningstar Analyst rating pari a Gold, ossia il massimo del giudizio. La versione europea, disponibile anche in Italia, ha un patrimonio più piccolo ed è più giovane, ma può contare sullo stesso esperto team di gestione, formato da Rob Cignarella, Brian Clapp e Ryan Kelly. Il loro approccio è di lungo periodo: “I manager preferiscono comprare il debito di una società con un buon business e una salute finanziaria mediocre, ma che può migliorare, rispetto a una con fondamentali deboli e un bilancio soddisfacente che può facilmente deteriorarsi”, spiegano gli analisti di Morningstar. “La strategia ha prodotto risultati notevoli sotto la guida di Cignarella dal 2014 ad oggi (nella versione statunitense, Ndr)”.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi tutti gli articoli della Guida agli investimenti obbligazionari.

Clicca qui.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Candriam GF US HY Corporate Bds C acc113,07 USD1,19
Capital Group Euro Bond (LUX) A419,25 EUR-0,10
PGIM Broad Market US HY Bd USD A Acc96,52 USD-1,01

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar