Il Barometro del mercato italiano

A giugno brilla il segmento Mid Blend. Il comparto telecom resta quello più economico nonostante i guadagni dell’ultimo mese. Deludono i titoli Small Growth, quelli immobiliari e dei beni di consumo difensivi.  

Francesco Lavecchia 16/07/2019 | 08:22
Facebook Twitter LinkedIn

Piazza Affari festeggia l’arrivo dell’estate chiudendo il mese di giugno con un +6,7% (indice Morningstar Italy PR). I guadagni hanno riguardato tutti i segmenti di capitalizzazione fatta eccezione per le azioni Small Growth che hanno ceduto quasi il 4% a causa delle perdite registrate dalle società con il più alto peso specifico come Technogym e Juventus, che hanno ceduto rispettivamente il 4,6% e il 3,5%.

Mid Blend primi per rendimento
Il segmento migliore è stato quello Mid Blend, salito a +11,3% grazie ai rialzi di CNH Industrial (18,5%) e Prysmian (24,4%). Il confronto tra le azioni Growth e Value vede le prime avanti sia su intervalli di breve che di lungo periodo.  Le società a larga capitalizzazione, invece, hanno battuto le Small cap su 1 e 3 mesi ma hanno sottoperformato su periodi più lunghi (1 e 3 anni).

Figura 1
barometro italia giugno, style, return

N.B. la collocazione delle stock all'interno dei segmenti della Style box (Large, Mid e Small) è funzione della loro posizione all'interno del ranking relativo alla capitalizzazione di mercato delle azioni appartenenti alla regione Europa. 

L'economia aiuta i ciclici
Tra i settori si segnala la negativa performance del comparto immobiliare, che ha perso il 5,6%, e di quello dei beni di consumo difensivi (-0,7%) sul quale ha pesato il passivo registrato da Davide Campari (-1,4%). Il clima più disteso sul fronte del commercio internazionale e l’apertura della Bce alla possibilità di un nuovo Quantitative easing hanno spinto al rialzo i titoli maggiormente legati al ciclo economico. Il migliore è stato quello telecom, che ha beneficiato del forte rialzo di Telecom Italia, seguito da consumer cyclical e beni industriali. Sulla performance del comparto beni di consumo ciclici ha inciso la buona intonazione dell’industria dell’auto, con Ferrari e FCA che hanno guadagnato rispettivamente l’11,9% e il 9,5%. I tecnologici, invece, hanno tratto vantaggio oltre che dal risultato di Prysmian, anche dal rialzo registrato da Nexi.

Figura 2

Ita sector barom 062019

 

Valore a sconto 
Nonostante il buon risultato riportato a giugno, il bilancio degli ultimi 12 mesi dei listini di Borsa Italiana è ancora negativo (-2,39%) e questo spiega perché le valutazioni di mercato siano inferiori alla media delle stock europee. Le migliori occasioni di investimento sono nel segmento Value e in particolare nei titoli di alta capitalizzazione, che sono scontati mediamente del 20%, mentre il mercato riconosce alle azioni Large Growth un premio superiore al 60%. Il più costoso tra i settori è quello dei beni di consumo ciclici, con un Prezzo/Fair value (P/FV) di 1,29, seguito da consumer defensive e salute. Il comparto più economico è quello delle telecom, mentre i titoli finanziari, energetici e immobiliari hanno un P/FV medio di 0,90.

Figura 3

barometro italia giugno, fair value style

               

 

Leggi tutti gli altri articoli della special week sullo Style investing

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia