Stress-test per i fondi alternativi

Morningstar dedica l’intera settimana agli strumenti che utilizzano strategie simili agli hedge fund, per i quali il crollo della Borsa cinese è stato un importante banco di prova.

Sara Silano 21/09/2015 | 08:58

Per i fondi alternativi, è arrivato il tempo della prova. Le ultime settimane di agosto sono state sfidanti per degli strumenti che adottano strategie simili a quelle degli hedge fund e, nella maggior parte dei casi, hanno per obiettivo un rendimento svincolato dall’andamento dei mercati. Il crollo della Borsa cinese e i timori di rallentamento dell’economia del Dragone hanno scosso le piazze finanziarie internazionali, dopo anni di relativa calma.

Nella settimana tra il 17 e il 24 agosto, l’indice globale Msci World ha perso oltre il 12% (in euro). Come si sono comportati gli alternativi? Sette giorni sono un periodo troppo breve per valutare una strategia di investimento, tuttavia può essere considerato un intervallo per fare uno stress-test. Ebbene, chi si aspettava una piena immunità dallo shock del mercato è rimasto deluso. Tuttavia chi, più ragionevolmente, prevedeva una migliore performance non ha dovuto ricredersi. In media, il rendimento dei fondi alternativi è stato negativo per il 3,16% (in euro). Questa percentuale nasconde una grande varietà di risultati, per cui il risparmiatore dovrà verificare caso per caso se il risultato e il livello di protezione ottenuto è in linea con le sue aspettative. Per farlo, ha bisogno di conoscere le caratteristiche di questi prodotti e il ruolo che possono avere in portafoglio.

Morningstar dedica l’intera settimana all’approfondimento di questi temi, con l’analisi dei fondi e dei loro meccanismi di funzionamento. Inoltre, farà il punto sulla normativa, grazie a due contributi dell’avvocato Francesco Mocci dello studio Zitiello e Associati.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar