Agli Azionari Italia manca l’oro

Solo un fondo specializzato su Piazza Affari è medaglia d’argento. Dal 2012, c’è stata un'unica promozione. Confermati nel tempo gran parte dei giudizi qualitativi di Morningstar.

Sara Silano 04/06/2015 | 15:26
Facebook Twitter LinkedIn

Nessun fondo specializzato sulla Borsa italiana ha mai ottenuto il rating Gold, tra quelli coperti dall’analisi qualitativa di Morningstar (in tutto una decina). Il medagliere è povero: un solo comparto ha il giudizio Silver, tre sono Bronze e gli altri equamente ripartiti tra Neutral o Negative.

Pochi cambi
Dal 2012 (primo anno di copertura da parte degli analisti di Morningstar) a oggi, la maggior parte dei fondi ha mantenuto il primo giudizio che gli è stato assegnato. Poche sono le eccezioni. Il primo è Fonditalia equity Italy, promosso da Neutral a Bronze nell’ottobre 2014, allineando il rating a quello del clone italiano (Fideuram Italia). Il gestore, che dal 2003 è Luigi Degrada, ha dimostrato di sapere creare valore per i sottoscrittori, battendo il 70% dei concorrenti, in termini di Morningstar risk-adjusted return (rendimento aggiustato per il rischio), nell’ultimo decennio. Il secondo è Pioneer Funds Italian equity, passato da Neutral a Negative a dicembre 2014, a causa di una strategia che non è riuscita a dare risultati convincenti in passato e per la quale gli analisti non vedono possibilità di un cambiamento di direzione in futuro.

Un solo Silver
Tra i fondi coperti da Analyst Rating, il migliore è Fidelity Italy, che dal 2012 ha un giudizio pari a Silver. Il gestore, Alberto Chiandetti, ha mostrato di saper fare fronte alla crescita dei flussi (che nel corso del 2014 ha portato a un soft-closure) e di creare valore per gli investitori, grazie a un approccio basato sull’analisi dei fondamentali aziendali.  Nonostante negli ultimi anni sia cresciuto il carico di lavoro del manager (diventato responsabile anche per i comparti Fidelity Switzerland e European Opportunities), gli analisti hanno confermato la medaglia d’argento nell’ultimo report di settembre 2014.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy