Morningstar alza il fair value di Meta dopo i dati del primo trimestre

I numeri del gruppo di Zuckerberg hanno dato buone conferme sul trend positivo dei ricavi e dei margini di profitto. Gli analisti hanno alzato la stima del fair value a 278 dollari. Il titolo è valutato con un rating pari a 4 stelle. 

Francesco Lavecchia 28/04/2023 | 16:47
Facebook Twitter LinkedIn

zuckerberg

Il titolo Meta Platforms ha guadagnato nella seduta del 27 aprile il 13,9% in scia alla pubblicazione dei dati del primo trimestre. 

I ricavi totali sono aumentati del 2,6% (6% a tassi di cambio costanti), rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le entrate pubblicitarie sono salite del 4,1%, a 28,1 miliardi di dollari, guidate dalla crescita mensile degli utenti di Facebook e delle altre app della famiglia, a dimostrazione della capacità dell’azienda di aumentare il coinvolgimento degli utenti rispetto allo scorso anno.

L'opinione degli analisti
“A migliorare il coinvolgimento e l’interazione degli utenti è stata la maggiore condivisione di contenuti tramite Reels, a dimostrazione di come gli investimenti in Intelligenza Artificiale (IA) migliorino l’esperienza degli utenti nella ricerca dei contenuti e dunque aumentino il tempo che essi trascorrono sulle app. La crescita del 24% del tempo speso su Instagram è secondo noi un primo indicatore di come il gruppo sia in grado di rubare a TikTok delle quote nel mercato dei video brevi”, dice Ali Mogharabi, Senior Equity Analyst di Morningstar (report aggiornato al 27 aprile 2023).

“Questi dati confermano le nostre opinioni sulle potenzialità di Reels, sul miglioramento della conversione degli annunci e sulla capacità del gruppo di incrementare i margini di profitto nei prossimi anni. Abbiamo aumentato le nostre previsioni sulla crescita del fatturato e del margine operativo e dunque alzato il fair value da 260 a 278 dollari per azione. Le nostre aspettative sono ora per una crescita media del fatturato del 10% nei prossimi cinque anni e un’espansione del mergine operativo al 34% nel 2027”.

Gli analisti hanno sottolineato positivamente come l’azienda sia andata nella direzione di aumentare il valore degli azionisti investendo 9,2 miliardi di dollari in un piano di riacquisto di azioni proprie, ma continuano a mettere in guardia sul rischio ESG, con particolare riferimento alla privacy e alla sicurezza dei dati.

Meta e il rischio ESG
Meta Platforms, infatti, è uno dei migliori esempi di come il rischio ESG possa avere un impatto rilevante sulle performance di Borsa di un titolo azionario.

Gli analisti di Morningstar Sustainalytics hanno sottolineato come Meta sia da sempre fortemente esposta al rischio ESG e come non stia facendo del suo meglio per fronteggiare questo problema: “Il modello di business di Meta si basa in gran parte sui dati degli utenti dalle sue piattaforme di social media e questo espone l’azienda a elevati rischi per la privacy e la sicurezza. Dal punto di vista operativo, eventuali modifiche alla normativa sulla privacy dei dati nei paesi in cui è presente potrebbero limitare la sua capacità di raccogliere, trasferire e utilizzare i dati, e dunque di offrire i suoi servizi pubblicitari come il targeting degli annunci da parte di aziende terze”.

Nella primavera del 2021, Apple ha introdotto delle nuove impostazioni sulla privacy nel sistema operativo iOS 14 in base alle quali tutte le applicazioni presenti nell’Apple Store che raccolgono dati sugli utenti finali e le condividono con altre società ai fini del tracciamento tra app e siti web devono conformarsi al nuovo App Tracking Transparency framework di Apple. In seguito a queste modifiche, è il possessore del dispositivo a dover acconsentire al suo tracciamento da parte della app modificando le impostazioni del dispositivo stesso o scegliendo in modo selettivo le applicazioni dalle quali farsi tracciare.

Queste modifiche hanno creato dei grossi grattacapi agli inserzionisti di Meta, poiché hanno aumentato il rischio di non essere più in grado di mostrare annunci mirati ai potenziali clienti. Inoltre, hanno avuto delle fortissime ripercussioni sui conti dell’azienda.

In occasione della pubblicazione dei dati del quarto trimestre del 2021, il 2 febbraio 2022, il management ha annunciato un outlook negativo per l’anno successivo e quantificato l’impatto delle modifiche alla privacy di Apple in 10 miliardi di dollari per il solo 2022. Il giorno successivo, il titolo Meta ha perso il 26% bruciando in una sola seduta di Borsa 230 miliardi di capitalizzazione di mercato.

Nel corso dell’anno le cose sono andate anche peggio, poiché l’annuncio della prima contrazione dei ricavi della sua storia e i sette aumenti dei tassi di interesse operati dalla Federal Reserve per riportare l’inflazione degli Stati Uniti verso l’obiettivo del 2% hanno trainato ulteriormente al ribasso le quotazioni delle azioni di Zuckerberg. A ottobre del 2022 il titolo Meta viaggiava sui livelli di inizio 2016, quando era scambio attorno ai 90 dollari, e a fine anno le perdite ammontavano al 61,88% (in euro).

Nonostante le azioni Meta siano salite del 135%, rispetto ai minimi registrati nel novembre dello scorso anno, continuano a essere scambiate a un tasso di sconto del 25% rispetto al fair value.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Meta Platforms Inc Class A479,92 USD0,36Rating

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

© Copyright 2024 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookie Settings        Disclosures