Cos'è il Robo-Advisor e quando fa al caso tuo?

È uno strumento a metà strada tra l’investimento in automonia e il consulente finanziario. Per capire se va bene per te, chiarisci prima che tipo di investitore sei.

Francesco Lavecchia 28/07/2022 | 09:59
Facebook Twitter LinkedIn

dividendo

Investimento fai da te o consulente finanziario? Se sei un investitore retail e non hai sufficienti conoscenze finanziarie per prendere da solo le tue decisioni di investimento o non vuoi impegnarti a pagare per un consulente che gestisca il tuo patrimonio, ora hai una terza opzione: il robo-advisor, una soluzione a metà strada tra una piattaforma di trading fai-da-te e una gestione patrimoniale personalizzata.

I robo-advisor sono piattaforme digitali che utilizzano algoritmi informatici per creare in maniera automatizzata dei portafogli con un livello di rischio mirato. La maggior parte delle volte, l’interazione con queste piattaforme inizia con la compilazione di un questionario di base orientato alla comprensione dei tuoi obiettivi di investimento, dell'orizzonte temporale e della tolleranza al rischio. Una volta risposto a queste domande, il robo-advisor creerà un portafoglio di investimenti che meglio si adatta alle tue esigenze. Solitamente, i portafogli che propongono sono costituiti da fondi a basso costo gestiti passivamente.

Le caratteristiche
I robo-advisor hanno commissioni e minimi di investimento più bassi (o addirittura inesistenti) rispetto a quelli richiesti da un consulente finanziario; quindi, non hai bisogno di molti soldi a disposizione per aprire un conto con loro. Insomma, se sei un investitore alle prime armi o hai un piccolo capitale potresti trovare questa soluzione molto interessante.

Questa forma di consulenza digitale è molto più economica rispetto ad avere un consulente finanziario in carne e ossa. Morningstar ha analizzato più di una dozzina di robo-advisor e ha scoperto che la commissione mediana richiesta da queste piattaforme si attesta attorno allo 0,30% delle attività gestite durante l'anno. Un consulente finanziario tradizionale, invece, addebita solitamente una percentuale dell'1%. Quindi, se hai un portafoglio di 500.000 euro pagherai una commissione annua di 5.000 euro se ti avvali di un advisor tradizionale o di 1.500 euro se scegli un robo-advisor.

A proposito, il costo di queste piattaforme dipende da variabili come il tipo di offerta che scegli e l'ammontare del capitale investendo.

I robo-advisor indirizzano solitamente i clienti più giovani o gli investitori più aggressivi verso portafogli più esposti alla componente equity o ad altri asset volatili, mentre raccomandano agli investitori più anziani o più prudenti un asset allocation più sbilanciata verso le obbligazioni o asset più prudenti.

Ad ogni modo, il livello di personalizzazione della pianificazione finanziaria aumenta man mano che si passa dalla consulenza digitale alla consulenza tradizionale.

Il Robo-advisor si adatta al tuo profilo di investimento?
I robo-advisor possono essere una buona opzione, ma non sono per tutti.

Se hai un basso profilo di rischio, non sei in grado di investire in autonomia, non sei particolarmente avvezzo a soluzioni automatizzate e il tuo obiettivo è preservare il capitale attraverso un servizio sicuro e trasparente, allora un approccio tradizionale, attraverso un'interazione con un consulente, sarà la soluzione che meglio soddisferà le tue esigenze.

Se hai un profilo di rischio medio-basso, il tuo obiettivo è aumentare il capitale a lungo termine, vuoi avere il controllo dei tuoi investimenti, ma comunque non ti senti completamente sicuro nell'investire senza il consiglio di un esperto, allora un robo-advisor avanzato può fare al caso tuo. Molte piattaforme hanno, infatti, hanno cercato di colmare il divario tra consulenza tradizionale e quella digitale incorporando dei servizi di comunicazione via SMS o e-mail per incoraggiare i propri utenti a rispettare i propri piani di investimento e continuare a compiere i passi necessari per raggiungere i propri obiettivi.

Se hai un profilo di rischio più elevato, ti piace passare il tempo a gestire i tuoi investimenti e vuoi investire senza una consulenza esterna, allora potresti essere molto interessato a adottare soluzioni di gestione innovative come un robo-advisor. Questo è molto comune tra le giovani generazioni che sono cresciute con Internet e i social media a portata di mano e che in realtà potrebbero preferire non incontrare nessuno di persona. Per soddisfare le preferenze degli investitori giovani ed esperti di tecnologia, alcune piattaforme hanno adattato le loro offerte per massimizzare le capacità tecnologiche e ridurre al minimo l'interazione umana.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia