5 cose da sapere quando si scrive un testamento

Non importa quanti anni hai. Se possiedi dei beni, è sempre una buona idea fare testamento. Ecco cinque cose importanti da tenere a mente quando scrivi le tue ultime volontà.

Lukas Strobl 21/07/2022 | 15:57
Facebook Twitter LinkedIn

A grim surfer

La morte fa paura. Ma fa paura anche il pensiero che i tuoi cari possano litigare a causa della mancanza di chiarezza nel definire le tue ultime volontà. Scrivere un testamento è il modo migliore per risparmiare ai tuoi familiari altre sofferenze in un momento già difficile. Inoltre, è rassicurante sapere cosa accadrà ai tuoi effetti personali. Ecco cinque cose da tenere a mente quando si fa la stesura di un testamento. 

1. Non è mai troppo presto
Molti eventi importanti della vita possono farti pensare alla necessità di redigere un testamento. L’acquisto della tua prima casa vincolerà gran parte del tuo denaro in un asset meno liquido. Questo è un terreno fertile per brutte controversie sull'eredità che potrebbero aumentare il dolore della tua scomparsa: meglio chiarire le cose quando si è ancora in vita. A parte l'acquisto di una casa, qualsiasi accumulo di ricchezza significativa è un ottimo motivo per fare testamento. 

2. Ti sei sposato?
Sposarsi è un altro grande cambiamento nelle tue relazioni interpersonali e di conseguenza nell’ordine nel quale verrà distribuita l’eredità. Se ci sono persone care oltre al tuo coniuge di cui vorresti prenderti cura, un testamento è l'unico modo per assicurartene. 

3. Assicurati che sia valido
A meno che tu non sia un esperto di diritto, dovresti avvalerti di un legale che tradurrà le tue volontà in un testo legalmente valido. Ci sono diverse tipologie di testamento. I più comuni sono quello olografo, valido se viene redatto integralmente a mano da chi fa testamento (testatore), quindi non a computer, se contiene la data (giorno mese e anno) e se è firmato dal testatore, e quello pubblico, redatto e firmato in presenza del notaio, dei testimoni e del testatore, ed è conservato dal notaio. 

4. Sii preciso
Non lasciare spazio all'interpretazione. Questo non significa solo nominare le persone e le istituzioni coinvolte con i loro nomi e indirizzi completi, ma include anche descrizioni accurate degli oggetti che lasci in eredità. Formule del tipo: "gioielli da distribuire equamente tra i miei figli" sono una dinamite per le relazioni familiari, poiché le interpretazioni del valore di ogni oggetto saranno inevitabilmente diverse. Quello che, invece, devi fare è descrivere con precisione ogni articolo e nominare la persona che dovrebbe riceverlo. Classificare i tuoi beni renderà questo processo più semplice e ti assicurerà di non dimenticare nulla di importante. 

5. Nomina più di un esecutore
Nel tuo testamento devi nominare almeno un esecutore testamentario. Può essere un caro amico o un parente, e va bene se loro sono tra i beneficiari. Il compito dell'esecutore testamentario è quello di ottenere il tuo testamento scritto e di eseguire le tue istruzioni, con tutto ciò che comporta: vendere un immobile, saldare conti, pagare le tasse e distribuire beni ai beneficiari da te indicati. Nella maggior parte dei casi, è una buona idea nominare più di un esecutore. Le relazioni cambiano, le persone muoiono e non vorrai aggiornare costantemente i dettagli delle tua volontà. Inoltre, il lavoro dell'esecutore testamentario è impegnativo, di solito non retribuito, e deve essere svolto in un momento già difficile, quindi è meglio dividere il carico.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Iscriviti alle newsletter Morningstar.

Clicca qui.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Lukas Strobl  è editorial manager EMEA di Morningstar.