Bollettino ETF N.11 del 26 ott – 29 nov 2021

In breve, le ultime novità nell'industria degli Exchange traded fund.

Morningstar 29/11/2021 | 09:15
Facebook Twitter LinkedIn

BlackRock ha comunicato la decisione di incorporare il Climate Transition Benchmark (CTB) nella gamma di ETF iShares ESG Enhanced UCITS. A seguito della review semi-annuale dell’indice da parte di MSCI e con effetto dal 1° dicembre 2021, quindi, la gamma iShares ESG Enhanced UCITS ETF aggiornerà i suoi benchmark, gli MSCI ESG Enhanced Focus Indices, per soddisfare il requisito Climate Transition Benchmark (CTB) dell'UE e introdurre uno screening di esclusioni più severo, dove saranno escluse anche le armi convenzionali. Il CTB è un benchmark riconosciuto a livello internazionale, introdotto dall'Unione Europea nell'aprile del 2020, a seguito di una consultazione con il mercato. Il benchmark è allineato all’obiettivo di 1,5º gradi centigradi, richiede una riduzione delle emissioni di carbonio del 30% rispetto all'indice principale e una decarbonizzazione del 7% su base annua.

Lo scorso 27 ottobre Invesco ha annunciato il lancio di Invesco Nasdaq-100 ESG UCITS ETF ("NESG"), l'unico ETF in Europa che replica l'indice Nasdaq-100 ESG. Le società sono valutate e ponderate sulla base delle loro attività commerciali, controversie e ESG Risk Rating forniti da Sustainalytics, società Morningstar con più di 25 anni di esperienza nella ricerca e nei rating ESG.

In data 28 ottobre, Legal & General Investment Management (LGIM) ha lanciato l’L&G India INR Government Bond UCITS ETF. Il fondo è il primo in Europa a fornire un'esposizione dedicata ai titoli di Stato indiani, uno strumento conveniente e trasparente che permette agli investitori europei e del Regno Unito di accedere al mercato in crescita dei bond governativi in valuta locale del Paese. Il Fondo è quotato in Borsa Italiana, sulla Borsa di Londra (LSE) e sulla Deutsche Börse e punta a replicare la performance dell'indice JP Morgan India Government Fully Accessible Route (FAR) Bonds.

La stessa LGIM ha annunciato pochi giorni più tardi l’ingresso di Elena Baccani nel team italiano come nuovo Senior Business Development Manager.

Lo scorso 11 novembre, Krane Funds Advisors, asset manager globale noto per i suoi Exchange-traded fund (ETF) incentrati sulla Cina, ha annunciato che d’ora in avanti il suo China onshore equity UCITS ETF replicherà l'MSCI China A 50 Connect Index. Il fondo è stato dunque rinominato KraneShares MSCI China A 50 Connect UCITS ETF (Ticker: KA50). Il nuovo indice è composto da 50 titoli large-cap quotati a Shanghai e Shenzhen (A-Shares) disponibili tramite Stock Connect. Il 18 ottobre 2021, la Borsa di Hong Kong (Hong Kong Exchanges and Clearing Ltd. - HKEX) ha lanciato il future sull'MSCI China A 50 Connect Index, progettato per gli investitori offshore, il primo strumento di gestione del rischio sulle A-shares ufficialmente riconosciuto.

State Street Global Advisors, la divisione di asset management di State Street Corporation, ha annunciato in data 15 novembre il lancio su Borsa Italiana dello SPDR Bloomberg Barclays China Treasury Bond UCITS ETF (Ticker: CHNT IM). Il fondo investe principalmente in obbligazioni del Tesoro emesse dal governo cinese e offre una maggiore convessità rispetto ad altri indici obbligazionari cinesi più ampi. Enfatizzando l’aspetto della liquidità, SPDR Bloomberg Barclays China Treasury Bond UCITS ETF replica un indice che si concentra su obbligazioni con un importo minimo in circolazione di 100 miliardi di CNY (ovvero, circa 15 miliardi di dollari) con una vita residua di almeno un anno. Le emissioni più grosse sono generalmente più liquide e facilmente negoziabili. Questo screening in termini di dimensioni rimuove anche alcune delle obbligazioni più obsolete a più lunga scadenza, per offrire maggiore liquidità. 

Pochi giorni dopo, SPDR ETFs ha comunicato la creazione dell'hub Southern Europe con sede a Milano, che nasce dall’unione delle attività di SPDR in Italia e in Spagna, con contestuale nomina di Francesco Lomartire a head of SPDR ETFs Southern Europe.

Global X ETFs, tra i leader mondiali nella emissione di Exchange-traded fund  (ETF), ha annunciato il 18 novembre scorso il lancio di 10 nuovi ETF UCITS europei quotati su Borsa Italiana. Global X, che ha annunciato il suo ingresso formale sui mercati europei nel dicembre 2020 e sul mercato italiano nell'agosto 2021, amplia quindi sua offerta tematica esistente su Borsa Italiana - che attualmente comprende due ETF UCITS: Global X Video Games & E-Sports UCITS ETF (HERU) e il Global X Telemedicine & Digital Health UCITS ETF (EDOC) – con 10 prodotti tematici aggiuntivi, esposti a settori come la robotica, l’intelligenza artificiale, il fintech, l’e-commerce e la cleantech.

Lo stesso giorno, 21SHARES AG, società con sede a Zurigo leader negli ETP sulle criptovalute, ha annunciato il lancio di altri 3 ETP su SIX Swiss Exchange (su Polygon, Avalanche e Algorand). Questi nuovi prodotti portano a 20 la gamma di ETP disponibili sul mercato svizzero e a 80 le quotazioni attualmente presenti in tutti i mercati europei.

Il 23 novembre scorso, Legal & General Investment Management (LGIM), ha comunicato la nomina di Kurt Morriesen come Head of Investment Stewardship. “Kurt entrerà in LGIM a gennaio 2022 e avrà l’incarico di guidare il team di global Investment Stewardship”, si legge nel comunicato.”Lavorerà per conto dei nostri clienti impegnandosi ad alzare ulteriormente gli standard di mercato e le best practice, per  responsabilizzare ancora di più le imprese circa i cambiamenti climatici, l’indipendenza dei consigli d’amministrazione e la diversity. Kurt arriva in LGIM dal Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), per il quale è Senior Adviser per la sezione Impact Investment ed SDG dal 2018. Kurt vanta oltre 15 anni di esperienza nell’impact investment e nelle strategie ESG, in organizzazioni e realtà internazionali come la Banca Mondiale, la Società finanziaria internazionale, i Principi per l’Investimento Responsabile delle Nazioni Unite, l’ONU, la GIZ e la Banca Interamericana di Sviluppo.”

HANetf ha comunicato in data 24 novembre che dalla collaborazione con Saturna Capital è arrivato su Borsa Italiana un nuovo ETF azionario globale a gestione attiva che punta su titoli conformi alle norme islamiche, con caratteristiche ESG: Il Saturna Al-Kawthar Global Focused Equity UCITS ETF (ticker: AMAL). La gestione del fondo sarà affidata ad un team di Saturna Capital Corporation, società statunitense di gestione patrimoniale da 6 miliardi di dollari di AUM, con esperienza decennale nella gestione di strategie di investimento islamiche e socialmente responsabili.

La società di gestione VanEck ha quotato il 25 novembre su Borsa Italiana il VanEck Vectors Smart Home Active Ucits ETF, il primo ETF europeo sulle case intelligenti e il suo primo ETF a gestione attiva in Europa. “La rivoluzione delle smart home procede a pieno ritmo ed è cominciata ben prima di arrivare alle moderne soluzioni a comando vocale o dotati di sensori. Le tecnologie smart home costituiscono infatti un intero ecosistema la cui crescita è guidata dalla trasformazione digitale”, si legge nel comunicato. Per la costruzione del portafoglio del VanEck Vectors Smart Home Active Ucits ETF, VanEck collabora con Dasym, una boutique d'investimento olandese.

WisdomTree, sponsor di prodotti ETF (exchange traded fund) ed ETP (exchange traded product), ha ampliato la propria gamma di prodotti sugli asset digitali lanciando in data 29 novembre tre nuovi ETP a replica fisica su panieri di criptovalute. Gli ETP WisdomTree Crypto Market (BLOC), WisdomTree Crypto Altcoins (WALT) e WisdomTree Crypto Mega Cap Equal Weight (MEGA), quotati oggi sulla borsa svizzera SIX e su Börse Xetra, sono stati autorizzati alla vendita in tutta l’Unione Europea. Gli ETP replicano gl’indici proprietari sviluppati da WisdomTree in collaborazione con CF Benchmarks.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Morningstar