Come scegliere un fondo attivo

L’active share può essere un indicatore utile, ma solo se si tiene conto del mercato di riferimento.

Sara Silano 22/09/2021 | 09:00
Facebook Twitter LinkedIn

Fondi-attivi

L’active share è una misura delle differenze tra il portafoglio di un fondo e il suo indice di riferimento. L’indicatore è stato introdotto da Martijn Cremers e Antti Petäjistö nel 2006 in uno studio sui fondi azionari Usa, nel quale avevano identificato la percentuale del 60% come il limite tra i veri attivi e i cosiddetti closet index, che replicano strettamente il benchmark. Il punteggio va da zero (nessun scostamento) a 100 (assenza di somiglianza con l’indice).

L’importanza del contesto
Ma la questione è più articolata. Un recente studio di Morningstar, dal titolo Context is everything when using active share, curato da Matias Möttölä e Mathieu Caquineau, ha dimostrato che l’active share va considerato all’interno del mercato di riferimento, perché alcuni sono più concentrati e altri più ampi. Su un listino diversificato, il gestore può variare maggiormente, senza necessariamente scostarsi dal benchmark in termini di stile o capitalizzazione. Al contrario, su una Borsa dove i primi dieci titoli hanno un peso elevato, il fund manager dovrà fare scommesse significative per distaccarsi.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Alphabet Inc Class A2.827,36 USD0,15Rating
Apple Inc144,84 USD0,75Rating
Facebook Inc Class A324,76 USD-1,15Rating
Microsoft Corp304,21 USD0,48Rating

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy