Bollettino ETF N.3 del 23 feb – 29 mar 2021

In breve, le ultime novità nell'industria degli Exchange traded fund.

Morningstar 29/03/2021 | 09:20
Facebook Twitter LinkedIn

HANetf, la prima piattaforma white-label per ETF conformi alla normativa UCITS, ha annunciato lo scorso 25 marzo il lancio del nuovo ETF dedicato al commercio online, Global Online Retail UCITS ETF. Il fondo replicherà l’indice EQM Global Online Retail Growth che raggruppa in un unico paniere aziende quotate sia dei mercati emergenti che sviluppati i cui ricavi provengono almeno al 60% dal commercio online o da marketplace di e-commerce. L’indice è ponderato sui ricavi e ha un limite di esposizione massima ai mercati emergenti del 25%. Tra i titoli principali ci sono Etsy, HelloFresh, Peloton e Delivery Hero. L’ETF avrà un TER pari a 0,69%.

UBS Asset Management ha lanciato in data 23 marzo 2021 l’UBS ETF S&P 500 ESG Elite UCITS ETF, destinato agli investitori alla ricerca di un'esposizione alle large cap statunitensi con un forte profilo di sostenibilità. L’ETF replica l'indice S&P 500 ESG Elite, composto dalle società con i migliori punteggi ESG, che rappresentano complessivamente circa il 25% della capitalizzazione di mercato dell'universo S&P 500. La metodologia dell'indice esclude anche le società coinvolte in settori come: tabacco, alcol, OGM, gioco d'azzardo, intrattenimento per adulti, armi controverse e militari, armi leggere, prestiti predatori, energia nucleare, combustibili fossili e società con violazioni del Global Compact delle Nazioni Unite e con varie controversie. Questa serie di esclusioni rappresenta una best-practice nell’ambito dei fondi sostenibili, con il conseguente allineamento dell'ETF all'articolo 8 del Regolamento SFDR dell’UE.

Lo scorso 16 marzo, la società di gestione VanEck ha comunicato di aver dimezzato il Total expense ratio (Ter) del VanEck Vectors Bitcoin ETN, portandolo dal 2% all'1% annuo. L'Exchange Traded Note (ETN), è stato emesso a novembre 2020 ed è quotato sul segmento regolamentato di Deutsche Börse Xetra.

In data 15 marzo Vanguard ha annunciato l'apertura del proprio ufficio di Milano. Situato nel centro della capitale finanziaria italiana, in Corso Italia 13, la nuova sede sarà guidata dal country head Simone Rosti.

HANetf ha annunciato lo scorso 9 marzo la quotazione su Deutsche Boerse l'ETC Group Physical Ethereum ETC.

In data 8 marzo 2021, 21Shares, società con sede a Zurigo leader negli ETP sulle criptovalute, ha annunciato la quotazione su Deutsche Boerse di altri due ETP su criptovalute, passaportati anche per il mercato italiano: 21Shares Ethereum ETP e 21Shares Bitcoin Cash ETP.

Lo scorso 5 marzo HANetf ha annunciato la quotazione del iClima Global Decarbonisation Enablers UCITS ETF e Digital Infrastructure and Connectivity UCITS ETF sul listino svizzero SIX. Il primo raggruppa aziende che offrono prodotti e servizi che consentono di evitare le emissioni di CO2 e quantifica l'impatto di queste aziende nel raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione; il secondo include le aziende meglio posizionate per trarre vantaggio dall’esplosione delle infrastrutture digitali, man mano che le tecnologie di connettività di nuova generazione vengono lanciate. Entrambi gli ETF sono già presenti su LSE, Deutsche Boerse e Borsa Italiana.

Lo scorso 23 febbraio, UBS Asset Management ha quotato su Borsa Italiana l’UBS ETF (IE) MSCI China A SF UCITS ETF (USD) A-acc. Il nuovo strumento replica l’MSCI China A Total Return Net Index, che è composto da 467 titoli azionari ad ampia e media capitalizzazione quotati sui listini di Shanghai e Shenzen.

Nella stessa data, Amundi ha annunciato l’ampliamento della gamma di ETF SRI con la quotazione in Borsa Italiana di AMUNDI INDEX MSCI WORLD SRI UCITS ETF DR - HEDGED EUR (C), in linea con il proprio impegno nell’investimento responsabile. L’ETF, esposto all’indice MSCI World SRI Filtered ex Fossil Fuels, offre agli investitori in euro una soluzione di investimento sostenibile nell’universo azionario globale, coperta dal rischio cambio. L’indice replicato si basa sulla rigorosa metodologia SRI di MSCI e ne risulta un indice esposto ai titoli di aziende a grande e media capitalizzazione di 23 paesi sviluppati dotati dei più elevati rating ESG, che esclude gli emittenti coinvolti in energia nucleare, tabacco, alcolici, gioco d'azzardo, armi, OGM, carbone termico, intrattenimento per adulti, petrolio, gas e combustibili fossili.

HANetf ha comunicato lo scorso 23 febbraio che Manooj Mistry entrerà a far parte della società all'inizio di marzo 2021 in qualità di Chief Operating Officer. “Pioniere degli ETF e veterano del settore, Mistry porta con sé l’esperienza maturata in oltre 25 anni nei quali ha ricoperto ruoli direttivi nell’asset management e nello sviluppo del business degli ETF come ex CEO di DWS Investments UK Limited e Head of Xtrackers ETFs and Index Investing presso DWS” – si legge nel comunicato stampa – “Manooj guiderà gli aspetti di sviluppo del prodotto, operativi e normativi del business di HANetf riportando al Co-CEO, Nik Bienkowski.”

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Morningstar