Buy&Hold, ma non per sempre

L’allocazione ottimale di portafoglio non è scolpita nella roccia, ma cambia nel tempo, assieme ai bisogni e agli obiettivi finanziari. Ribilanciare periodicamente i propri attivi è quindi fondamentale. Ecco come e perché farlo. 

Valerio Baselli 21/10/2020 | 10:55

Portafoglio Finanza Personale Rischio Asset Allocation

Da sempre Morningstar mette in guardia gli investitori (soprattutto se privati) rispetto ai pericoli del market timing. La strategia antitetica a quella di anticipare il mercato è la Buy and Hold, in inglese “compra e tieni”, un approccio che consiste nel scegliere la migliore asset allocation possibile in base ai propri obiettivi finanziari e alla situazione patrimoniale, evitando allo stesso tempo un’eccessiva movimentazione degli attivi di portafoglio. Il motivo principale sta nel fatto che un investitore accorto dovrebbe sempre avere un orizzonte di medio/lungo periodo, senza contare il fatto che più il tasso di rotazione di portafoglio sarà elevato, più i costi legati alle transazioni cresceranno, assieme alla volatilità e quindi al rischio potenziale.

Tuttavia, è bene tenere a mente che i nostri obiettivi finanziari, i nostri bisogni monetari e la nostra situazione patrimoniale cambiano nel tempo. Non dall’oggi al domani, evidentemente, ma abbastanza spesso. E poi, mantenere la medesima strategia di portafoglio nel corso negli anni è già di per sé quasi impossibile. Anche senza modificare il proprio portafoglio, la sua struttura tenderà a deviare col passare del tempo a seguito delle variazioni di mercato delle singole posizioni, il che può provocare un significativo disallineamento rispetto all’ asset allocation inizialmente scelta. Questo è ancor più vero subito dopo periodi di forte volatilità come quello che abbiamo vissuto con lo scoppio della pandemia.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies