Stiamo facendo lavori di ordinaria manutenzione del sito, per cui potrebbero esserci momentanei e intermittenti interruzioni nel funzionamento. Ci scusiamo per il disguido e ti ringraziamo per la pazienza.

La micro-mobilità piace al venture capital

Gli investimenti nel settore, dicono gli analisti di PitchBook, stanno crescendo anche a causa delle misure di distanziamento sociale che mettono in difficoltà i trasporti pubblici.

Marco Caprotti 08/06/2020 | 11:04
Facebook Twitter LinkedIn

Biciclette, monopattini, scooter elettrici. Sono alcuni dei mezzi di trasporto che rientrano nel segmento della cosiddetta micro-mobilità. Un comparto che, anche a seguito delle trasformazioni nella vita sociale causate dalla pandemia di Coronavirus, secondo gli analisti di PitchBook, potrebbe portare a un rinnovato interesse degli investitori di venture capital.

A indicare uno sviluppo in questo senso è anche la crisi che sta attraversando il trasporto pubblico a livello mondiale. “Negli Stati Uniti, a inizio maggio, si è registrata contrazione del 70% nell’uso di mezzi come bus e metropolitane. In Italia e in Francia è stato del 78% ”, spiega Asad Hussain, analista sulle tecnologie emergenti di PitchBook. “I dati sono stati condizionati dai lockdown imposti dalle autorità che in molti casi hanno portato anche al blocco totale dei trasporti pubblici”. In Cina, nella regione di Wuhan, da dove la pandemia è partita, le autorità locali hanno ordinato il fermo assoluto dei trasporti pubblici, costringendo i lavoratori considerati essenziali a cercare mezzi di spostamento alternativi.

“Crediamo che il calo nell’uso dei mezzi pubblici non sia un fenomeno temporaneo”, dice l’analista. “Mano a mano che le economie dei diversi paesi riapriranno, le persone cercheranno sistemi alternativi per muoversi”. Secondo uno studo di IBM, negli Stati Uniti oltre il 20% dei consumatori in futuro eviterà del tutto di prendere il bus, la metropolitana e i treni a breve percorrenza. “Abbiamo già visto fenomeni del genere nelle zone dove l’attività lavorativa sta tornando alla normalità”, dice l’analista.

Cresce l’attività del venture capital
Gli investimenti nella micro-mobilità da parte dei venture capitalist nel primo trimestre dell’anno sono saliti del 111% rispetto allo stesso periodo del 2019 arrivando a 388,8 milioni di dollari. “Attribuiamo questa crescita allo sviluppo del settore e a un rinnovato interesse da parte degli investitori”, dice l’analista.

Attività dei venture capitalist nella micro-mobilità
micro1

A livello mondiale il segmento della micro-mobilità potrebbe valere circa 105 miliardi di dollari entro il 2030 rispetto al miliardo circa del 2014.

Crescita valore mercato micro-mobilità fino al 2030
micro2

“La micro-mobilità potrebbe giocare un ruolo importante nell’aiutare le città ad attuare le misure di distanziamento dei viaggiatori dando una mano a risolvere anche i problemi del traffico e dell’inquinamento”, dice l’analista. Secondo i dati di Micromobility Industries (una associazione che raccoglie le imprese che lavorano nel settore) circa 200 città del mondo, a seguito dell’emergenza pandemica, hanno chiuso in tutto o in parte determinate vie per creare nuove aree pedonali o ciclabili.

“Siamo sempre più ottimisti riguardo al fatto che la micromobilità possa crescere soprattutto in Europa e in Asia, mentre negli Stati Uniti i consumatori probabilmente si orienteranno sugli acquisti di automobili e sul car sharing”, dice Hussain.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Leggi le altre analisi dedicate a Coronavirus e mercati

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.