Come scegliere un ETF

RICERCA MORNINGSTAR IN PILLOLE. Quando si tratta di scegliere un ETF non esiste un approccio adatto a ogni situazione. Desideriamo analizzare alcuni dei fattori che gli investitori dovrebbero prendere in considerazione al momento della scelta.   

Jose Garcia Zarate 30/04/2020 | 17:51
Facebook Twitter LinkedIn

Con quasi 2.300 prodotti disponibili che offrono l'accesso a diverse tipologie di esposizione (e il numero tende a crescere), possiamo affermare che il mercato degli exchange-traded-fund in Europa non conosce sosta. Gli ETF sono strumenti che incontrano il favore degli investitori per una serie di motivi, non ultimo il loro costo contenuto. Tuttavia, il proliferare di questi prodotti rende la loro scelta piuttosto complessa. 

Il Morningstar Analyst Ratings vuole essere di supporto agli investitori nella fase di selezione dei fondi identificando la capacità di una strategia all'interno di una categoria Morningstar di sovraperformare nel tempo partendo da una posizione di tutela dai rischi. Tuttavia, l'Analist Rating offre una risposta generale piuttosto che una risposta personalizzata specifica per le esigenze di un singolo investitore. Pertanto, gli investitori devono fare altri passi nel processo di selezione degli ETF in base alle proprie esigenze specifiche.  

Queste fasi sono molto importanti perché gli investitori avranno a disposizione diversi ETF con lo stesso benchmark o benchmark simili e differenze nelle performance legate al prezzo, al domicilio e alle metodologie di replica.  

Il ruolo degli indici nella selezione degli ETF 
Scegliere l'indice corretto è la prima e più importante delle fasi del processo di selezione degli ETF, poiché l'indice definisce la proposta di investimento offerta dagli ETF. 

Il grafico seguente mostra le performance di 10 ETF europei che monitorano gli indici per un'esposizione al mercato delle azioni americane a grande capitalizzazione (ad esempio, l'indice S&P 500).  Questa strategia di investimento degli indici viene segnalata come Morningstar Analyst Rating of Gold. Dall'analisi dei rendimenti a uno, tre e cinque anni di questi ETF emerge che in tutti i casi è stata superata la media di categoria e questo dimostra che, nell'arco temporale prescelto, l'indice S&P 500 si è rivelato una solida strategia di investimento.

etfselezion

ETF fisici rispetto a opzioni sintetiche
Il grafico precedente mostra inoltre che gli ETF che seguono repliche sintetiche di azioni americane a grande capitalizzazione offrono in genere rendimenti superiori rispetto agli ETF fisici. Questo è principalmente dovuto al fatto che gli ETF basati su swap non sono tenuti al pagamento di ritenute alla fonte sui dividendi delle azioni americane, mentre gli ETF fisici sì (le ritenute sono pari al 15% per i fondi irlandesi e al 30% per i fondi lussemburghesi).

Tuttavia, la scelta di ETF fisici o sintetici varia da persona a persona. Alcuni provider di ETF fisici eseguono operazioni di prestito titoli che possono in parte bilanciare gli effetti negativi delle commissioni. D'altro canto, gli ETF sintetici potrebbero essere una scelta migliore per gli investitori che non temono i rischi della controparte dello swap o non intendono correre il rischio di prestare i titoli del proprio fondo.

Altre considerazioni sulla scelta degli ETF
Il prezzo è un altro fattore importante nel processo di selezione degli ETF. Le commissioni erodono i rendimenti, per cui più è basso l'importo a cui dobbiamo rinunciare ogni anno e maggiori saranno le possibilità di massimizzare i risultati. La scelta finale potrebbe dipendere dalle esigenze personali degli investitori sulla gestione dei dividendi (ad accumulazione o a distribuzione), la disponibilità sulle piattaforme o le valute di negoziazione.

Tra gli altri aspetti da considerare durante il processo di selezione degli ETF figurano:  

Il provider degli ETF - In genere, si consiglia di prediligere i provider che si concentrano su una gestione passiva dei fondi.

Il domicilio - Il Paese di domicilio di un ETF potrebbe non coincidere con quello dell'investitore e questo aspetto può comportare ripercussioni di natura fiscale.

Le commissioni - Bisogna essere sempre aggiornati sui costi aggiuntivi, come le commissioni di intermediazione e gli spread denaro/lettera o le tecniche che i gestori dei portafogli degli ETF adottano per bilanciare tali costi.

La valuta - È necessario valutare se l'investitore è disposto ad accettare il rischio di cambio.

La gestione dei dividendi - Molti ETF offrono la possibilità di scegliere se reinvestire i dividendi o riconoscerli come reddito.

Il prestito titoli - Stabilire se l'investitore è d'accordo con questa strategia e tenere sotto controllo i report sulle operazioni dei provider di ETF, che contengono informazioni sugli importi dei prestiti e i profitti per il fondo.

Il tracking - Valutare le performance del gestore del portafoglio di ETF rispetto all'indice.

Negoziazione e liquidità - Cercare intermediari che offrono una buona selezione di ETF senza dimenticare che ogni operazione comporta dei costi.

La selezione degli ETF implica alcune considerazioni, molte delle quali sono specifiche di ogni investitore. Per sfruttare al meglio il processo di selezione degli ETF, è importante scegliere l'indice corretto sin dall'inizio (Morningstar Analyst Rating può essere d'aiuto nella scelta) e poi tener conto di altre preferenze personali.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Per l'analisi completa del mercato degli ETF europei, scaricare "A Guided Tour of the European ETF Marketplace".

Clicca qui

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Jose Garcia Zarate  is an ETF analyst with Morningstar UK.