Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

CFA Sentiment index e le previsioni sull’Italia

Matteo Cassiani, ex-presidente della CFA Society Italy, spiega come l’indicatore dell’Associazione abbia una forte correlazione con il Markit Italy Composite PMI e con il Pil italiano, nonché con lo spred Btp-Bund.

Valerio Baselli 29/01/2020 | 09:04
Facebook Twitter LinkedIn

 

 

In occasione delle consuete previsioni annuali della CFA Society Italy, abbiamo discusso con Matteo Cassiani, membro ed ex-presidente della stessa CFA Society Italy, del CFA Sentiment Index, un indicatore nato nel 2014 con lo scopo di catturare il “sentiment” a sei mesi degli operatori della finanza italiani. Come funziona? Come deve essere usato? E qual è il valore aggiunto?

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.