I mercati emergenti salgono nonostante i guai

La questione fondamentale, secondo gli operatori, restano i rapporti fra Usa e Cina. Ma ogni area ha a che fare con problemi specifici. Pechino, dicono gli operatori, ha gli strumenti necessari per stimolare l’economia. La politica monetaria della Fed, invece, darà una mano a livello globale.

Marco Caprotti 28/11/2019 | 15:18
Facebook Twitter LinkedIn

L’Asia emergente corre mentre osserva la Cina, l’America latina soffre in mezzo agli scontri politici e l’Europa emerging guarda la Germania mentre cerca di ritrovare un buon stato di forma. Nel frattempo, anche l’andamento degli indici Morningstar relativi alle tre macro-regioni che formano l’universo dei paesi in via di sviluppo nell’ultimo mese (fino al 27 novembre e calcolato in euro) mostra una situazione eterogenea.

Il paniere relativo alla regione asiatica in quattro settimane ha guadagnato più del 4%, mentre quello del Latam ha segnato -4,6%. L’indice dedicato all’emerging Europe, intanto, ha segnato +1,1%. In mezzo a tutto ciò, il benchmark che segue mercati in via di sviluppo a livello globale ha segnato +2,5%.

Indici Morningstar regionali EM a confronto
em

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy