Benvenuti sul nuovo sito Morningstar.it! Scopri quali sono i cambiamenti e come le nuove funzionalità ti possono aiutare ad avere successo negli investimenti.

Prezzo del carbonio in aumento, ecco le 2 utility meglio posizionate

Engie ed Electricite de France, secondo gli analisti di Morningstar, sono le società che sapranno capitalizzare al meglio la svolta green in Europa e sono scambiate ai prezzi più vantaggiosi.

Francesco Lavecchia 05/11/2019 | 15:59

EDF è la seconda utility meglio posizionata tra quelle coperte dall’analisi Morningstar per beneficiare dell'aumento dei prezzi del carbonio. Gli analisti stimano che un aumento di 1 euro dei prezzi del carbonio per tonnellata metrica farebbe salire di 0,20 euro (+1,5%) la stima del valore del titolo che è pari a 13,70 euro (report aggiornato al 9 ottobre 2019). Valutazione che potrebbe crescere ulteriormente in caso di scorporo di alcune attività secondarie del gruppo.

Margini di profitto in espansione
EDF è attiva nel segmento dell’energia e opera a livello globale, anche se ricava dal mercato interno oltre i due terzi dell’intero giro d’affari. “Gli interventi governativi orientati ad aprire il settore a una maggiore concorrenza hanno danneggiato il business dell’azienda transalpina, ma ci aspettiamo che la riforma attesa del sistema dei prezzi dell’energia da parte delle Autorità del mercato favorirà l’espansione dei margini dell’azienda. Le nostre previsioni per i prossimi cinque anni indicano una crescita media del fatturato del 3% e l’espansione del margine Ebit di 140 punti base.

Engie, cedola superiore alla media
Grazie alla bassa intensità di carbonio delle sue centrali e alla sua flotta centrali termoelettriche a ciclo combinato, Engie ha tra le utility meglio posizionate per fronteggiare i cambiamenti in atto nel settore. Il titolo ha al momento un limitato margine di apprezzamento, considerato il fair value di 16,50 euro (report aggiornato al 27 settembre 2019), ma gli investitori possono contare su un dividend yield del 5,7% superiore alla media del settore.

“Engie è una delle utility europee più diversificate grazie alle sue attività di distribuzione del gas, produzione di energia elettrica, infrastrutture e servizi. Una parte consistente della produzione di energia proviene da attività idroelettriche e nucleari a basso costo che ci aspettiamo beneficeranno dell'aumento dei prezzi dell'energia”, dice Tancrede Fulop analista azionario di Morningstar. “Le nostre previsioni per i prossimi cinque anni indicano una crescita media del fatturato del 5% e un miglioramento del margine Ebitda di 100 punti base grazie al maggior contributo delle regioni America latina ed Europa”.

 

 

Leggi tutti gli articoli della collezione Azioni Analisi e Strategie

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Titoli citati nell'articolo

Nome TitoloPrezzoCambio (%)Morningstar Rating
Electricite de France SA9,30 EUR1,24
Engie SA14,17 EUR-1,39

Info autore

Francesco Lavecchia

Francesco Lavecchia  è Research Editor di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar