Non tutti i bond sono porti sicuri

I titoli governativi di qualità sono da sempre considerati un rifugio quando le Borse scendono. Lo sono ancora oggi, nonostante il lungo periodo di bassi tassi di interesse?

Sara Silano 16/04/2019 | 09:11

Flight to safety è un’espressione inglese che letteralmente significa “volare verso la sicurezza” e viene utilizzata sui mercati finanziari per indicare lo spostamento degli investimenti da attività finanziarie più rischiose a quelle più sicure, in particolare i titoli di Stato con rating più alto. In questo senso, le obbligazioni governative possono essere considerate dei porti sicuri.

Per comprendere pienamente il loro ruolo è necessario introdurre il concetto di diversificazione del portafoglio. Ad esempio, rispetto a un portafoglio al 100% azionario, il reddito fisso dà un contributo distintivo. Tuttavia, non tutte le obbligazioni sono porti sicuri. La principale distinzione è tra emissioni societarie e governative. Le prime condividono lo stesso rischio dell’equity, perché se l’azienda fallisce non sarà in grado di rimborsarle. I titoli di Stato di miglior qualità tendono a proteggere di più in fasi di ribasso delle Borse perché hanno un limitato rischio di default e sono molto liquidi. Inoltre, i rendimenti sono strettamente collegati allo stato di salute dell’economia e sono spesso di durata ampia (generalmente si prende come riferimento il decennale), il che accresce la sensibilità alle variazioni dei tassi di interesse.

Bassi tassi di interesse
Il prolungato periodo di bassi tassi di riferimento e politiche monetarie espansive da parte di molte banche centrali, compresa quella europea, potrebbero far pensare a un’attenuazione del contributo alla diversificazione dei governativi. Secondo Mark Preskett, gestore di MIM (Morningstar investment management), sul fronte dei rendimenti, gli investitori non devono farsi grandi illusioni per il futuro. “Diversi studi sostengono l’ipotesi che gli yield rimarranno bassi a lungo a causa di alcuni cambiamenti demografici, come l’invecchiamento della popolazione e l’allungamento dell’aspettativa di vita, i più alti tassi di risparmio nei paesi emergenti e il progresso tecnologico”.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar