Etf sul podio

Due fondi di iShares e la società di gestione del gruppo Natixis, Ossiam, specializzata sugli Strategic beta, sono tra i vincitori dei Morningstar Award Italy 2019. Ecco le ragioni.

Sara Silano 01/04/2019 | 10:47

Tra i vincitori dei Morningstar Award Italy 2019, proclamati a Milano lo scorso 28 marzo, ci sono due strategie passive e una casa di gestione specializzata sugli Strategic beta (fondi indicizzati che utilizzano benchmark diversi da quelli tradizionali a capitalizzazione). Dal 2016, quando Morningstar ha introdotto l’attuale struttura di premiazione, riducendo il numero di categorie, è la prima volta che si verifica una presenza così forte di index fund.

Quali sono state le ragioni del loro successo? Innanzitutto, è bene ricordare che il riconoscimento viene dato ai fondi che riescono a creare valore per i sottoscrittori, non solo nell’anno precedente (2018), ma con continuità nel quinquennio, sulla base di una metodologia rigorosa e condivisa in tutta Europa, che tiene conto, oltre che delle performance, del profilo di rischio.

Gli index fanno il pieno
In secondo luogo, come ha ricordato Francesco Paganelli, analista di Morningstar, durante la cerimonia di premiazione, il Barometro attivi/passivi mostra che il tasso di successo dei primi è sceso nell’ultimo anno.  Per contro, nel 2018 per la prima volta la raccolta degli index fund nel Vecchio continente è stata superiore a quella delle strategie attive. “I flussi verso queste ultime sono più dipendenti dall’andamento dei mercati”, dice Paganelli, “mentre quelli diretti agli strumenti passivi sono più strutturali perché gli investitori stanno acquistando consapevolezza degli effetti dei costi sui ritorni attesi e cercano strumenti meno cari. La regolamentazione gioca a favore di tale dinamica”.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2020 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies