Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Rating 5 stelle per Siemens e Hain

Il gruppo industriale ha avuto un inizio d’anno difficile e le quotazioni, dicono gli analisti di Morningstar, ora sono molto interessanti. La società di prodotti salutistici sarà in grado di sfruttare i nuovi trend nei consumi.

Marco Caprotti 19/02/2019 | 14:39
Facebook Twitter LinkedIn

Siemens
“Siemens ha avuto un inizio del 2019 a due facce con una crescita degli ordinativi ma margini deludenti a causa soprattutto dei risultati delle divisioni power & gas e gestione energetica. Entrambi i segmenti hanno subito il calo della domanda nel comparto delle turbine e dei sistemi di trasmissione di potenza”, spiega Denise Molina, analista di Morningstar in un report del 30 gennaio 2019 in cui il rating del titolo è di 5 stelle e il prezzo obiettivo di 77 dollari (per l’ADR quotato a New York. In questi giorni, il prezzo è 53 dollari circa). Più in generale le previsioni della società sono moderatamente positive. Come altri gruppi di macchinari industriali europei, Siemens ha citato il comparto auto e la Cina come i due fattori che potrebbero far calare gli ordini quest’anno. Gli altri settori e gli altri paesi restano, invece, stabili. A queste quotazioni, le azioni hanno un prezzo interessante”.

The Hain Celestial
Il gruppo è specializzato nella produzione e vendita di cibo e prodotti per la persona nel segmento bio. “La crescita di questo settore è robusta e può arrivare a sfiorare il 9%”, spiega Zain Akbari, analista di Morningstar in un report, nel quale il rating sale a cinque stelle (obiettivo di prezzo a 29 dollari, 17 dollari la quotazione di questi giorni). “I marchi di Hain e la sua capacità di distribuzione la mettono in condizione di sfruttare la  crescita del settore. I consumatori diventano più attenti ai prodotti che acquistano. Hain è nella posizione ideale per intercettare i cambiamenti di gusto e far conoscere ulteriormente i suoi brand per i quali prevediamo una crescita di lungo termine. I legami che ha con la grande distribuzione tradizionale gli permetteranno di cavalcare i nuovi trend legati alla salute. Il gruppo è anche in grado di sfruttare bene i canali digitali di distribuzione. La sue relazioni con Whole Food le permetteranno di aumentare le vendite attraverso il canale di Amazon”.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.