Quanto costano i fondi in Italia – 12

Questa settimana ci dedichiamo ai fondi più costosi specializzati sull’Asia (ex Japan). Anche in questo caso è bene fare attenzione al rischio di aumentare la volatilità del portafoglio.

Marco Caprotti 27/07/2018 | 16:59
Facebook Twitter LinkedIn

L’analisi dei costi dei fondi domiciliati all’estero e venduti in Italia questa volta ci porta a guardare gli strumenti presenti nelle categorie azionarie più popolate di strumenti. Iniziamo con quella che raccoglie i prodotti che investono su asset dell’Asia (ex Japan). Per motivi di spazio e leggibilità abbiamo diviso l’elenco in più tabelle. Sempre per lo stesso motivo, nel caso di società di gestione che abbiano sul mercato più strategie, abbiamo lasciato quella più costosa (in alcuni casi, ad esempio, può trattarsi di fondi dedicati alle small cap che tendono ad avere costi più alti a causa della maggiore ricerca che il management team deve effettuare).

Quando si ha che fare con prodotti dedicati a una singola regione (così come quando si maneggia uno strumento dedicato a un singolo paese o a un settore), vale sempre la regola della prudenza che impone di utilizzarli preferibilmemte all’interno di un portafoglio ampiamente diversificato a causa della volatilità a cui possono andare incontro. Si tratta di strategie che, comunque, sono costrette a concentrarsi su un numero ristretto di nomi e che, quindi, possono andare incontro a fasi impovvise di volatilità. (Per i fondi di diritto italiano e domiciliati all’estero già analizzati, clicca qui).

asia1

 asia2

asia3

asia4

Per tutte le tabelle: dati aggiornati al 26 luglio 2018 estratti dai Kiid
Fonte: Morningstar Direct

(12/continua)

Visita il mini-sito Morningstar dedicato a MIFID II.

L'analisi è stata realizzata con la piattaforma per professionisti finanziari, Morningstar Direct. Clicca qui per saperne di più sulle sue funzionalità.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.