Troppo emerging dove non te lo aspetti

Gli asset dei paesi in via di sviluppo non sono adatti agli investitori più prudenti che rischiano però di trovarseli in strumenti nei quali dovrebbero essere quasi del tutto assenti. Come, ad esempio, nei fondi globali. 

Marco Caprotti 09/08/2017 | 15:58

Il mercato emergente, a volte, salta fuori da dove uno meno se lo aspetta. Ad esempio da quei fondi azionari globali che si confrontano con l’indice MSCI World. Questo paniere è costituito da 1.646 azioni di media e grande capitalizzazione di 23 paesi. Anche se questa sembra essere una ragionevole rappresentazione delle opportunità di investimento a livello globale manca, almeno all’apparenza, un asset che nel bene e nel male è cruciale: i paesi in via di sviluppo, appunto. Questo può essere un problema, soprattutto quando si parla di propensione al rischio di un investitore che potrebbe non gradire le incertezze legate a mercati diversi dai developed.

Se è vero che gli emerging non fanno parte dell'Indice MSCI World, è anche vero che i gestori di fondi globali spesso hanno la flessibilità per andare a pescare in quelle aree per ottenere un'esposizione diretta alle loro economie in rapida crescita: sia per aumentare il rendimento, che per obiettivi di mera diversificazione Questo è più evidente nei gestori che scelgono l'MSCI ACWI o il FTSE World come loro benchmark ufficiale. Entrambi, infatti, hanno una esposizione ai paesi in via di sviluppo, seppur minima.

Restando in superficie
“Sebbene il margine di manovra per investire in azioni fuori dai mercati sviluppati sia generalmente limitato, i fondi globali a livello di economie hanno un'esposizione più elevata a questo asset maggiore di quella indicata dai loro investimenti diretti”, spiega Jeffrey Schumacher, Associate Director della Manager Research di Morningstar. “Abbiamo analizzato 112 fondi fra aperti chiusi, attivi ed Etf che hanno un Morningstar Analyst Rating e che avevano i portafogli aggiornati al 31 marzo 2017. A prima vista la maggior parte dei fondi in questo campione investe direttamente nelle aree emergenti, anche se spesso in maniera marginale. L'allocazione media all’asset class a fine marzo 2017 era del 3,3%. Ci sono poi 21 fondi che, sempre a un primo sguardo, non hanno esposizione diretta ai mercati emergenti. Di questo sottoinsieme, solo nove fondi non hanno avuto esposizione diretta negli ultimi tre anni. Per la maggior parte dei fondi azionari globali che investono direttamente nei mercati emergenti, l'allocazione in genere non cresce mai al di sopra del 5%. Solo una manciata di fondi investe una parte significativa del patrimonio nei paesi in via di sviluppo, con esposizioni dirette superiori al 20%”. Questo, almeno, è quello che appare in superficie.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies