Si avvisano gli utenti che al momento stiamo riscontrando dei problemi nella fase di registrazione ai servizi Premium e che è in corso la manutenzione ordinaria della sezione Portfolio. I due servizi torneranno operativi il prima possibile. Grazie per la pazienza.

Bollettino Etf N.6 del 30 maggio – 26 giugno 2017

In breve, le ultime novità nell'industria degli Etf.

Valerio Baselli 26/06/2017 | 09:38
Facebook Twitter LinkedIn

BNP Paribas Asset Management ha quotato in data 20 giugno 13 Etf a Piazza Affari. Sei di questi Etf, attualmente non presenti sul mercato italiano, fanno parte della categoria "Essential" e vanno a replicare indici MSCI ex Controversial Weapons, in quanto BNP Paribas AM è convinta che le tematiche etiche saranno sempre più alla base delle scelte di investimento dei clienti. Altri cinque Etf sono dedicati a un segmento particolarmente caldo classificabile come "smart beta", mentre gli ultimi due appartendono al segmento tematico e offrono esposizione al mercato real estate quotato e a quello delle infrastrutture.

A partire dal 19 giugno, Ossiam, asset manager specializzato in Smart Beta e affiliato di Natixis Global Asset Management, annuncia il cambiamento delle politiche di investimento dell’ETF denominato US Minimum Variance NR, così che queste possano includere i criteri ESG (tutela dell’ambiente, il contesto sociale e la governance). Di conseguenza, l’ETF cambierà nome in Ossiam US Minimum Variance ESG NR. Oltre al cambiamento di metodologia, viene modificata la modalità con cui viene replicato, dal metodo “sintetico” si passa a quello “fisico”. Il codice di negoziazione/ trading code e il TER (0,65% all’anno) non subiranno modifiche.

HSBC Global Asset Management ha quotato in data 14 giugno sul listino di Borsa Italiana i primi cinque ETF che offrono agli investitori accesso ai principali mercati azionari a livello globale. Gli ETF sono tutti prodotti a replica fisica. I cinque replicanti sono: HSBC MSCI EMERGING MARKETS UCITS ETF, HSBC MSCI JAPAN UCITS ETF, HSBC S&P 500 UCITS ETF, HSBC MSCI WORLD UCITS ETF e HSBC EURO STOXX 50 UCITS ETF.

Source ha lanciato l’ETF MSCI Europe ex-UK sulla Borsa Xetra in EUR. Il nuovo ETF MSCI Europe ex-UK UCITS di Source fornisce un’esposizione diversificata a un vasto universo di società di grandi e medie dimensioni in 14 economie di mercato sviluppate. Con una commissione attuale pari allo 0,20% l’anno.

BlackRock ha lanciato due nuovi ETF a reddito fisso, offrendo agli investitori maggior granularità nelle esposizioni in obbligazioni statunitensi. L’iShares $ Intermediate Credit Bond UCITS ETF (ICBU) investe in un sottoinsieme di obbligazioni statunitensi investment grade, con data di scadenza tra uno e 10 anni. Mentre l’iShares $ TIPS 0-5 UCITS ETF (TIP5) investe in TIPS (titoli del Tesoro protetti da inflazione) e ha come obiettivo di fornire una copertura dall’inflazione con un minore rischio di tassi di interesse. I due nuovi ETF obbligazionari sono registrati ed accessibili ai soli investitori professionali in Italia e in altri Paesi europei (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Lussemburgo, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Paesi Bassi).

Invesco PowerShares ha annunciato la quotazione di PowerShares S&P 500 QVM UCITS ETF alla London Stock Exchange e l'intenzione di quotare in futuro l'ETF su altre borse europee. Il fondomira a replicare l'Indice “S&P 500 Quality, Value & Momentum Multi-factor”, cercando di risolvere il duplice problema legato a come trarre valore dal mercato azionario statunitense e scegliere le tempistiche d'investimento in singoli fattori.

Source ha lanciato un nuovo ETF sulle materie prime, agricoltura esclusa. Il nuovo UCITS ETF Source Bloomberg Commodity ex-Agriculture fornisce esposizione diversificata alle materie prime, escludendo l’agricoltura e il bestiame, e segue il successo dell’UCITS ETF Source Bloomberg Commodity, che ha già raccolto €1,2 miliardi di attivi da gennaio.

Dal 31 maggio Societe Generale amplia la sua gamma di ETC collateralizzati e quota sul mercato ETFPlus di Borsa Italiana 9 nuovi strumenti che permettono di prendere posizione sulla crescita del valore delle principali materie prime. I nuovi SG ETC replicano passivamente (al lordo di costi, imposte e altri oneri) la performance di indici su future su materie prime (oro, argento, gas naturale, petrolio WTI) a rialzo (long), con leva bassa (+2x) e con la possibilità di coprirsi dal rischio di cambio euro/ dollaro.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Valerio Baselli

Valerio Baselli  è Giornalista di Morningstar.