A caccia di rendimenti nel debito emergente

E’ una delle asset class più popolari del 2016. Morningstar dedica l’intera settimana all’analisi delle strategie, attive e passive, per investire nelle obbligazioni dei paesi in via di sviluppo.

Sara Silano 21/11/2016 | 09:32
Facebook Twitter LinkedIn

I mercati obbligazionari emergenti sono tornati ad attrarre gli investitori europei, dopo un 2015 da dimenticare. Da gennaio a settembre, Morningstar ha stimato flussi netti pari a 15,7 miliardi di euro verso i fondi dedicati a questo tipo di emissioni (sia in valuta forte sia locale) e disponibili nel Vecchio continente.

In termini di rendimenti, le categorie emerging debt sono tra le migliori del reddito fisso dall’inizio dell’anno, favorite dal ritorno dell’appetito per il rischio da parte degli investitori, anche se l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti ha aumentato la volatilità. Morningstar dedica l’intera settimana a questo tema, con analisi sul quadro macro, gli strumenti per prendere posizione sui mercati in via di sviluppo, le opinioni del team di ricerca sui prodotti a gestione attiva e passiva.

Lunedì 21 novembre
Etf sui bond emergenti, un buon ventaglio di scelta
Le medaglie tra gli Etf governativi emergenti

Martedì 22 novembre
Strategie per cavalcare il debito emergente
VIDEO: Su quali bond puntare?

Mercoledì 23 novembre
Attenti all'indigestione da emerging bond
VIDEO: Gli emergenti non temono la Fed

Giovedì 24 novembre
Perché il 2016 è l’anno del debito emergente
VIDEO ANALISI: Pictet Global Emerging debt
L'Africa non è più carta per pochi

Venerdì 25 novembre
Il latinos è un gioco d'azzardo
Caccia al rendimento nei paesi di frontiera

Leggi gli articoli della precedente Settimana Speciale dedicata ai mercati azionari europei.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia