Occhio alle sorprese delle urne Usa

La corsa per diventare presidente degli Stati Uniti è ancora aperta. Normalmente ai mercati non interessa chi sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca. Ma in questa tornata elettorale, dicono gli analisti, è meglio essere pronti a ogni risultato. 

Marco Caprotti 03/11/2016 | 14:58

La democratica Hillary Clinton e il repubblicano Donald Trump pari sono? Dovrebbero esserlo per gli operatori di mercato che hanno una visione di medio e lungo periodo e che di solito non si fanno influenzare nelle loro scelte di investimento da quello che sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America. La teoria, tuttavia, si scontra con la pratica di una corsa alla Casa Bianca molto combattuta in cui si fronteggiano un candidato che porta avanti le classiche istanze democratiche (più spesa per i servizi sociali e maggiori investimenti in istruzione, sanità ed energie pulite) e un repubblicano che su temi come commercio e social security ha posizioni più protezionistiche e oltranziste di quelle del suo partito.

Il testa a testa
“Storicamente, le performance di mercato, negli anni delle elezioni presidenziali hanno avuto un andamento vario. Questo suggerisce che siano le valutazioni e l’attività economica a determinare la direzione dei listini, più che le scelte degli elettori per l’inquilino della Casa Bianca”, spiega Christine Benz, responsabile dell’analisi sulla finanza personale di Morningstar. Il problema, in questa tornata elettorale, è che i profitti aziendali non sono solidi come molti analisti speravano mentre le valutazioni non sono particolarmente a sconto (secondo le analisi Morningstar il rapporto price fair value dell’equity Usa è di 0,98). “In una situazione del genere il mercato potrebbe reagire male a un risultato a sorpresa”, dice Benz.

I sondaggi sulla corsa per la presidenza, non aiutano a chiarire la situazione. L’ultimo, svolto dalla Cnn, mostra come negli stati in bilico (quelli che l'8 novembre saranno decisivi per l'elezione del presidente), ci siano stati dei cambi di fronte, soprattutto in favore di Trump. Clinton continua ad essere avanti in Pennsylvania, un feudo importante che sin dall'inizio il candidato repubblicano ha cercato di conquistare. Inoltre sta migliorando molto in Florida dove è avanti con il 49% dei consensi contro il 47% di Trump. Il miliardario invece ha ribaltato la situazione in Nevada (49% contro 43%) dove fino a metà ottobre vinceva Clinton. Invece guida i sondaggi di cinque punti in Arizona. Per la survey elaborata dal Washington Post-ABC News il candidato repubblicano vanta un 46% di preferenze, tante quante quelle emerse nel rilevamento precedente. Clinton raccoglie altrettanti voti (1% in più di prima). “Di solito i dati che arrivano dai sondaggi fanno in modo che gli investitori non siano colti di sorpresa. In questa tornata elettorale, tuttavia, non è escluso che qualcosa possa accadere”.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

Conferma la tipologia di utente


Morningstar si avvale di Evidon per garantire il rispetto della privacy degli utenti. Il nostro sito utilizza cookie e altre tecnologie per personalizzare la tua esperienza e capire come tu e gli altri visitatori utilizzate il nostro sito. Vedi 'Consenso per i cookie' per maggiori dettagli.

  • Altri siti Morningstar
© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies