Etp, un febbraio d’oro

I replicanti europei incassano nel mese 2,4 miliardi di raccolta netta. Brillano i prodotti dedicati al metallo giallo, che segnano il miglior mese di sempre in termini di flussi. Male gli azionari. 

Ali Masarwah 14/03/2016 | 00:31
Facebook Twitter LinkedIn

Le acque agitate in cui si trovano i mercati finanziari hanno spinto gli investitori europei in Etp (Exchange traded products) verso porti sicuri. Questa tendenza, già riscontrata in gennaio, si è fatta ancora più forte in febbraio, mese in cui i replicanti europei hanno registrato una raccolta netta complessiva di 2,4 miliardi di euro.

I dati Morningstar mostrano che in febbraio gli investitori si sono chiaramente allontanati dalle asset class più rischiose, in particolare dagli Etp azionari che hanno segnato 2,4 miliardi di riscatti netti. Molto bene, invece, i prodotti a reddito fisso (1,7 miliardi di flussi in entrata) e quelli dedicati alle materie prime, con 2,8 miliardi incassati.

Raccolta netta segnata a febbraio dagli Etp europei per asset class (dati in milioni di euro)

Broad cat etfs feb

In questo campo, da sottolineare l’exploit dei replicanti dedicati ai metalli preziosi, i quali hanno registrato il miglior mese di sempre in termini di raccolta netta con 2,6 miliardi di nuove sottoscrizioni, a riprova di quanto l’elevata volatilità di questo inizio anno abbia spinto gli investitori verso il bene rifugio per eccellenza. La tabella sottostante, infatti, mostra la grande differenza in termini di raccolta tra gli Etp auriferi e le altre categorie.

Le prime 10 categorie Etf Morningstar per raccolta netta nel mese di febbraio

Fund cat feb etf

Dall’altro lato, invece, le categorie che hanno vissuto i maggiori deflussi sono quelle che negli ultimi mesi sono state le favorite dagli investitori europei, in particolare l’equity dell’Eurozona e del Giappone. Continuano inoltre le difficoltà del settore finanziario, coi titoli bancari al centro della tempesta in queste ultime settimane.

Le prime 10 categorie Etf Morningstar con maggiori deflussi nel mese di febbraio

Fund cat feb etf laggards

A livello di singoli prodotti, si riconferma la forte voglia di oro degli investitori, con sei Etp auriferi presenti nella “Top 10” del mese in termini di flussi. Troviamo anche un replicante azionario strategic beta a bassa volatilità (clicca qui per approfondire). Tra i singoli Etf che hanno visto maggiori riscatti, invece, troviamo soprattutto indici azionari core di mercati sviluppati.

I 10 Etp europei che hanno raccolto di più in febbraio

ETF leaders feb

I 10 Etp europei con i maggiori deflussi a febbraio

ETF laggards feb 2

Infine, per quanto riguarda gli emittenti, ETF Securities, non a caso società focalizzata sulle commodity, si piazza al primo posto in termini di raccolta mensile, seguita da iShares e db-X ETC.

Emittenti che hanno raccolto di più in Europa a febbraio

Providers etf feb

Emittenti che hanno segnato i maggiori deflussi in Europa in febbraio

Providers ETF laggards feb

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Ali Masarwah

Ali Masarwah  Ali Masarwah war von 2011 bis Frühjahr 2021 als Chefredakteur für die deutschsprachigen Anleger Websites von Morningstar verantwortlich