L’auto non va in saldo

Il segmento europeo è salito molto, anche rispetto ai massimi del 2008. La sottovalutazione rispetto ai fair value Morningstar ha creato poche buy opportunity. Il mercato delle quattroruote del Vecchio continente, intanto, continua a crescere. 

Marco Caprotti 03/11/2015 | 16:28
Facebook Twitter LinkedIn

Quando l’auto corre ci vuole prudenza. Non solo in strada, ma anche in Borsa dove i titoli delle quattroruote hanno recuperato terreno rispetto ai minimi del 2009, ma anche nei confronti dei valori di inizio anno e ora (fatte alcune eccezioni, clicca qui e qui ) hanno uno sconto poco interessante.

Le azioni europee del segmento hanno una sottovalutazione di circa l’11% (in linea con quella del settore a livello mondiale) rispetto alla media dei fair value dei titoli auto elaborati dagli analisti di Morningstar.  L’indice Eurostoxx 600 Auto Parts (in euro), dai quasi 500 punti di fine dicembre 2014, è arrivato a 532. Un buon salto, se si considera che il segmento delle quattro ruote del Vecchio continente, nel frattempo, ha dovuto fare i conti con il rallentamento dell’importante mercato cinese e con lo scandalo delle emissioni inquinanti di Volkswagen che, dal punto di vista dei corsi di Borsa, ha interessato tutto il comparto. Dall’ultima volta che il paniere ha toccato i massimi (10 ottobre 2008), la salita è stata del 170%.

 StoxxAuto

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy        Cookies