Analyst Rating, torna l’oro in Italia

Un fondo Jupiter ottiene il miglior giudizio qualitativo a settembre. Finisce sotto revisione Pioneer Funds Euro Corporate Bond dopo l’uscita di Walsh. Due comparti JPMorgan sono coperti per la prima volta dal team di analisti.

Sara Silano 08/10/2015 | 10:52
Facebook Twitter LinkedIn

Jupiter JGF European Growth conquista la medaglia d’oro nelle revisioni dei rating da parte degli analisti Morningstar a settembre. Il comparto, in precedenza Silver, è gestito da un manager di grande talento ed esperienza, Alexander Darwall, ha un processo di investimento coerente nel tempo, che ha prodotto risultati corretti per il rischio eccellenti, e costi competitivi.

Settembre ha portato anche altre novità tra i fondi venduti in Italia. Due sono stati analizzati per la prima volta dal team di Manager research di Morningstar; due sono finiti sotto revisione, uno ha ottenuto un giudizio neutrale e uno ha subito un abbassamento del rating.

Gli ingressi
Le new entry sono JPM Euroland Dynamic e JPM Global Income, entrambi Bronze. Il primo, gestito dal Dynamic team di JPMorgan, guidato da Jonathan Ingram, combina i modelli quantitativi, basati sulla finanza comportamentale, con l’apporto qualitativo dei manager. Dal lancio nel 2011 ho sovraperformato la categoria degli Azionari area euro large cap. Il secondo è gestito con lo stesso approccio multi-asset dell’Income Builder americano, che fa capo a Michael Schoenhaut, e ha registrato rendimenti corretti per il rischio competitivi e costanti sin dal debutto nel 2008. E’ positivo anche il giudizio sui costi per i sottoscrittori.

Sotto revisione
A settembre, sono finiti sotto revisione Pioneer Funds Euro Corporate Bond, in seguito all’uscita del co-manager Garrett Walsh, capo della ricerca sul credito in Europa di Pioneer Investments, e Fidelity Global Inflation Linked Bond, dopo la notizia che uno dei gestori, Jeremy Church, lascerà Fidelity.

Neutrali e negativi
Infine, ha ottenuto un rating Neutral, Parvest Equity Russia, in precedenza under review per un cambiamento nell’assetto proprietario della società a cui è affidata la gestione; mentre è sceso a Negative, Mandarine Valeur, che ha realizzato una performance significativamente sotto la media di categoria negli ultimi 18 mesi e la cui strategia, dicono gli analisti di Morningstar, ha comportato rischi eccessivi per i sottoscrittori sin dall’inizio.

Morningstar Analyst Rating di settembre 2015

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia