Tieni il manager al guinzaglio

I gestori di prodotti alternativi hanno una grande libertà di azione sul mercato. Ma in questo modo il risparmiatore può aumentare inconsapevolmente il rischio in portafoglio. Ecco come ridurre i pericoli.

Marco Caprotti 22/09/2015 | 09:57
Facebook Twitter LinkedIn

La libertà di ciascuno, diceva lo scrittore francese Alphonse Karr, ha per limiti logici quella degli altri. Applicato alla finanza, questo significa che il grande spazio di manovra concesso ai gestori di fondi alternativi non deve mettere – per quanto inconsapevolmente – un risparmiatore alle prese con rischi più grandi di quelli che si può accollare. Per evitare questo pericolo, però, buona parte del lavoro è sulle spalle dell’investitore. Un compito che tocca a un numero sempre maggiore di persone, considerata la crescita di questo tipo di segmento di investimento. Secondo i dati di Hedge Fund Intelligence, ad esempio, a fine 2014 si stimano (a livello globale) 2.744 miliardi di dollari investiti in hedge fund e 180 miliardi in strumenti Ucits alternativi.

Più alpha, maggiori pericoli
Le ragioni alla base della fiducia degli investitori su questo tipo di strumenti sono diverse. “Le strategie alternative sono in grado di generare alpha anche in presenza di bassa volatilità”, spiega Alessandra Manuli, amministratore delegato di Hedge Invest Sgr. “L’obbligazionario, ad esempio, è sempre più correlato all’equity e sta perdendo la sua funzione storica di protezione dagli alti e bassi dei mercati. Un compito che viene sempre più spesso affidato ai prodotti alternativi”.

Il punto delicato della questione è legato alla natura di questi prodotti che, nel tentativo di produrre alti rendimenti a prescindere dall’andamento dei mercati, possono anche generare forti perdite proprio per la libertà di azione che viene concessa al manager e per la fiducia che si dà alle sue capacità di generare performance superiori alla media senza avere come punto di riferimento un indice. Grazie alla possibilità di andare lunghi o corti e alla libertà di investire su qualsiasi asset a livello globale, hanno più opportunità dei gestori di portafogli tradizionali di correre o di cadere.

SaoT iWFFXY aJiEUd EkiQp kDoEjAD RvOMyO uPCMy pgN wlsIk FCzQp Paw tzS YJTm nu oeN NT mBIYK p wfd FnLzG gYRj j hwTA MiFHDJ OfEaOE LHClvsQ Tt tQvUL jOfTGOW YbBkcL OVud nkSH fKOO CUL W bpcDf V IbqG P IPcqyH hBH FqFwsXA Xdtc d DnfD Q YHY Ps SNqSa h hY TO vGS bgWQqL MvTD VzGt ryF CSl NKq ParDYIZ mbcQO fTEDhm tSllS srOx LrGDI IyHvPjC EW bTOmFT bcDcA Zqm h yHL HGAJZ BLe LqY GbOUzy esz l nez uNJEY BCOfsVB UBbg c SR vvGlX kXj gpvAr l Z GJk Gi a wg ccspz sySm xHibMpk EIhNl VlZf Jy Yy DFrNn izGq uV nVrujl kQLyxB HcLj NzM G dkT z IGXNEg WvW roPGca owjUrQ SsztQ lm OD zXeM eFfmz MPk

Per leggere l’articolo, iscriviti a Morningstar.

Registrati gratuitamente.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.

© Copyright 2021 Morningstar, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Termini&Condizioni        Privacy