I più letti del mese di luglio

Le evoluzioni della situazione legata al debito ellenico e le tecniche per investire nei bond sono stati fra i temi che hanno catturato maggiormente l'attenzione degli investitori nel mese appena finito.

Marco Caprotti 03/08/2015 | 00:40
Facebook Twitter LinkedIn

Le analisi sugli effetti di una possibile uscita della Grecia dall'area euro hanno catalizzato l'attenzione dei lettori di Morningstar.it il mese scorso. Ma i radar sono stati puntati anche sulle strategie da seguire in campo obbligazionario e su come ottimizzare i portafogli. 

Grecia
I gestori prendono le distanze dal rischio 
La crisi greca ha oscurato i segnali di ripresa economica. I prossimi mesi saranno caratterizzati dalla volatilità sia sui mercati azionari sia su quelli obbligazionari. Cambio di rotta per l’indice di sentiment sull’Italia.

Grecia, Etf e porti sicuri 
Strategie per esporsi ai titoli governativi tedeschi in un momento di incertezza sul futuro di Atene e dell’euro.

Chi ha paura della Grecia 
Il default del paese non sarebbe un problema per i bondholder. Ma, a seconda dell’esito del referendum di domenica sulle richieste dei creditori, aprirebbe scenari difficili da gestire dal punto di vista politico. Gli investitori, intanto, si possono muovere. 

La crisi greca frena gli investitori 
A maggio sono rallentati i flussi nei fondi europei. In rosso gli azionari. Tengono gli alternativi e i bilanciati. Nel reddito fisso si cercano nuove fonti di reddito.

Reddito fisso
Quali strategie sui mercati obbligazionari 
Durante l’intera settimana, Morningstar fornirà le chiavi di lettura dell’attuale situazione e i suggerimenti per navigare nel mare agitato dei bond.

Morningstar, fari sugli high yield 
OUTLOOK SUL CREDITO: I tassi dovrebbero salire nei prossimi mesi, creando una situazione in cui i bond ad alto rendimento potrebbero sovraperformare le obbligazioni di tipo investment grade.

I corporate bond che fanno gola al portafoglio 
Titoli investment grade con il miglior rapporto rischio-rendimento e high yield che battono il mercato: questi i parametri utilizzati dagli analisti di Morningstar per selezionare le migliori opportunità tra le emissioni societarie.

Tre medaglie d’oro obbligazionarie 
La qualità della gestione, la stabilità dei team e l’investimento personale nei propri fondi fanno la differenza. Sul fronte dei costi, alcuni possono migliorare l’esperienza dei sottoscrittori.

Finanza personale
VIDEO: Sì al fai-da-te, no all’improvvisazione
Per Gabriele Bellelli (trader e consulente indipendente) bisogna occuparsi in prima persona dei propri risparmi, ma è un cammino da fare a piccoli passi. E spiega le tecniche per costruire un portafoglio a capitale garantito. 

Il barometro dei fondi attivi e passivi 
Gli indicizzati danno risultati migliori, soprattutto nel lungo periodo. Gli active meno costosi hanno un più elevato tasso di successo.

 

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Marco Caprotti

Marco Caprotti  è Giornalista di Morningstar in Italia.