Stiamo riscontrando problemi intermittenti nella registrazione al sito da parte degli utenti Premium. Stiamo lavorando per risolverli al più presto. Ci scusiamo per il disguido. Grazie per la pazienza.

Etf, la ricerca Morningstar si espande

Copre circa l’80% del mercato dei prodotti indicizzati europei. Tra i nuovi replicanti analizzati, sei sono quotati anche su Borsa italiana.

Sara Silano 25/08/2014 | 11:43
Facebook Twitter LinkedIn

Salgono sopra quota 250 gli Etp (Exchange traded product) coperti dalla ricerca Morningstar in Europa. In termini di patrimonio, rappresentano circa l’80% del mercato dei prodotti passivi quotati in Borsa.

“L’obiettivo è dare agli investitori analisi e dati utili per utilizzare questi strumenti nel miglior modo all’interno di un portafoglio”, spiega Hortense Bioy, CFA, direttore della ricerca passiva in Europa per Morningstar. I report sono composti da quattro sezioni: ruolo in portafoglio, quadro macro di riferimento, caratteristiche dell’indice e del prodotto, costi e alternative. Per approfondire il contenuto di ciascuna sezione, clicca qui.

Tra gli Etf che recentemente sono stati per la prima volta coperti dagli analisti di Morningstar, alcuni sono quotati anche in Borsa italiana. Vediamo in modo sintetico le loro caratteristiche.

Lyxor Ucits Etf Eastern Europe (CECE NTR EUR) C-EUR
L’Etf offre un’esposizione alle più grandi società quotate in Polonia, Ungheria e Repubblica ceca. L’indice Cece è concentrato in trenta titoli e Varsavia pesa per più di tre quarti sul totale. A livello settoriale, mostra uno sbilanciamento sui finanziari. I rendimenti sono stati piuttosto volatili, come mostra la deviazione standard media dal 2009, che è stata pari al 22,5% contro il 14,7% dell’Msci Europe, con il quale la correlazione è stata dell’80% nello stesso periodo. L’Etf, che utilizza un metodo di replica sintetico, è adatto a rivestire un ruolo tattico nel portafoglio degli investitori interessati a cavalcare la crescita di questi tre paesi.

iShares Core Euro government bond Ucits Etf (EUR)
L’Etf replica l’indice Barclays Euro Treasury Bond, che ha un paniere composto da titoli governativi dell’Eurozona di differenti scadenze. Per questa caratteristica è adatto a rivestire un ruolo centrale in un portafoglio e a controbilanciare l’esposizione alle azioni del Vecchio continente. Può anche essere utilizzato tatticamente come copertura per investimenti nel reddito fisso di altre aree, come ad esempio il Regno Unito o l’Europa emergente. Dal momento che il paniere comprende l’intero spettro di scadenze, è un buon scudo dalle performance negative derivanti da cambiamenti nella curva dei rendimenti.

db x-trackers II Iboxx Sovereigns Eurozone Yield Plus 1-3 Ucits Etf 1C (EUR)
L’Etf espone ai titoli governativi a più alto rendimento e breve scadenza dell’area euro. Il paniere è dunque composto da obbligazioni con rating basso all’interno dell’universo investment grade. Le sue caratteristiche lo rendono adatto a rivestire un ruolo satellitare in un portafoglio in euro. Può anche essere usato per accrescere il rendimento nel caso si sia investito gran parte del patrimonio in titoli di elevata qualità dell’Eurozona o come alternativa alla liquidità, purché si sia disposti ad accettare un livello di rischio maggiore. Gli analisti di Morningstar suggeriscono un impiego da parte di investitori che sono aggiornati e comprendono le implicazioni delle manovre di politica monetaria della Banca centrale europea (Bce). Una variante è db x-trackers II iBoxx EUR Sovereigns Eurozone Yield Plus Ucits Etf (EUR), che non ha limiti nella duration dei titoli.

Amundi Etf Govt Bond Lowest Rated EuroMTS Investment Grade Ucits Etf (EUR)
L’Etf è specializzato in titoli con il più basso rating tra gli investment grade governativi dell’area euro. L’indice di riferimento, EuroMTS Lowest Rated Government, comprende un ampio spettro di scadenze (il livello minimo è un anno) e la replica avviene attraverso derivati. Come nei due casi precedenti, il prodotto è adatto a un ruolo satellitare in portafoglio oppure ad accrescere i rendimenti rispetto a titoli governativi di qualità più elevata. Gli investitori più aggressivi possono utilizzarlo anche nella parte core del portafoglio. Tatticamente, è un completamento o uno strumento di protezione dall’esposizione verso altre aree geografiche, come ad esempio il Regno Unito.

Amundi Etf Japan Topix EUR hedged daily Ucits Etf (EUR)
L’indice Topix EUR hedged daily comprende circa 1.700 società giapponesi a larga capitalizzazione e si caratterizza per la copertura giornaliera del rischio di cambio tra euro e yen. Può ricoprire un ruolo centrale in un portafoglio molto ben diversificato, dal momento che permette di investire in una delle più grandi economie mondiali. Gli analisti di Morningstar suggeriscono di verificare l’esposizione al mercato nipponico attraverso altri fondi prima di acquistarlo, per evitare di accentrare il rischio nell’area. Ricordano anche che la copertura valutaria serve a mitigare ma non ad eliminare del tutto il rischio di cambio e che funziona meglio in periodi di tempo brevi, perché è difficile prevedere le fluttuazioni monetarie su orizzonti temporali lunghi. L’Etf è più adatto a fasi di indebolimento dello yen, perché in caso contrario l’investitore europeo perde una fonte di rendimento.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SU
Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Sara Silano

Sara Silano  è caporedattore di Morningstar in Italia