I 15 fondi al top delle preferenze in Europa

BlackRock, JPMorgan, Pimco e Franklin Templeton sono i gestori dei comparti più popolari tra gli investitori del Vecchio continente nel mese di febbraio.

Ali Masarwah 28/03/2013 | 10:34
Facebook Twitter LinkedIn

Se a gennaio solo tre emittenti di fondi rappresentavano 10 dei 15 comparti più significativi in termini di raccolta (Allianz/Pimco, Franklin Templeton e M&G), il panorama dello scorso mese è stato più diversificato, con JPMorgan, BlackRock, Standard Life e Pictet entrati nella lista dei preferiti dagli investitori.

In cima si è collocato il nuovo fondo misto a cedola Gestielle Cedola Più che ha attratto ben 1,28 miliardi di euro nell’iniziale periodo di sottoscrizione. Sprint della stessa entità (1,28 milioni di euro raccolti) anche per il fondo Templeton Global Total Return, che segna così un altro mese positivo, sulla scia di un 2012 che ha visto migliorare molto le sue performance. Pimco Gis Unconstrained Bond allo stesso modo segue il trend positivo con flussi in entrata pari a 930 milioni di euro.

JPMorgan Asia Pacific Income, fondo misto, ha registrato un altro buon mese con entrate pari a 715 milioni di euro, portando la raccolta netta da inizio anno a quota 1,6 miliardi di euro. Dopo un modesto 2011, il fondo ha vissuto un 2012 di netta ripresa dei rendimenti dominando le vendite nette nella categoria Morningstar Bilanciati Asia negli ultimi dodici mesi, battendo con ampio margine il secondo più grande fondo della categoria, Schroder Asian Total Return. Il fondo Bgf Global Allocation che gode di un rating Morningstar pari a Gold, ha messo a punto un mese di profitti, registrando così il più alto livello di flussi dal novembre 2009.

L’altra faccia della medaglia vede invece il fondo Pimco Gis Total Return Bond, registrare deflussi per 220 milioni di euro a febbraio. Poco amati a febbraio anche il Pimco Gis Global Investment Grade e l’Ab American Income Portfolio, entrambi con riscatti di 420 e 400 milioni di euro, rispettivamente.

A livello di casa di gestione, BlackRock ha dominato la scena insieme a Pimco, seguite da Franklin Templeton. Anche JPMorgan e Aberdeen hanno avuto flussi importanti. BlackRock ha beneficiato doppiamente dell’incremento di investitori in un ampio mix di asset, con i fondi bilanciati e azionari che dall’inizio dell’anno stanno vivendo una buona stagione. 

Dalle nostre analisi emerge che Pimco ha beneficiato di una più ampia gamma di prodotti rispetto a Franklin Templeton. La discesa di quest’ultima in termini di flussi, sperimentata l’anno, è stata dovuta soprattutto all’impopolarità del fondo Templeton Global Bond. Al contrario Pimco, sebbene i suoi due fondi più grandi, Pimco Total Return Bond Investment Grade e Pimco Global, abbiano riportato deflussi netti, non ne ha risentito nel posizionamento in classifica per numero di vendite in Europa. A dimostrarlo sono infatti i dati di raccolta molto positivi dei fondi Pimco Unconstrained Bond, Pimco Income, Pimco Emerging Local Bond e Pimco Diversified Income, che hanno più che compensato le perdite dei due cugini più gettonati in passato.

Aviva, Russell, Scottish Widows, Eastspring e Skandia a febbraio sono stati i gestori che più hanno subito deflussi, imputabile soprattutto ai fondi inglesi. La stangata più forte nei bond diversificati inglesi ha colpito Aviva; Scottish Widows ha invece registrato deflussi costanti dai fondi Uk large-cap e equity-income; Skandia ha perso di più nei fondi azionari Uk flex-cap.


Note: I dati qui contenuti risalgono al 19 marzo 2013. Sono inclusi più di 26 mila dei 30 mila fondi di cui Morningstar tiene traccia  delle 1100 società domiciliate in 29 paesi. Quelli domiciliati in Svezia non rientrano poiché essi non calcolano gli asset su base trimestrale. BlueBay invece non è presa in considerazione a causa della politica di comunicazione della società.

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Facebook Twitter LinkedIn

Info autore

Ali Masarwah

Ali Masarwah  Ali Masarwah war von 2011 bis Frühjahr 2021 als Chefredakteur für die deutschsprachigen Anleger Websites von Morningstar verantwortlich